venerdì 22 gennaio 2016

NIBIRU pubblicano “Padmalotus” in doppio vinile gatefold a febbraio



Anche il 2016 vedrà gli Psych Sludgers italiani NIBIRU impegnati su più fronti.

Il 25 marzo pubblicheranno su Argonauta Records “Teloch” 12” EP. Il vinile bianco in edizione limitata conterrà due nuove canzoni  (“Teloch” e “Carma Geta”).

La band poi non vede l'ora di calcare il palco del prestigioso Roadburn Festival venerdì 15 aprile.  “Armonia, sacrificio, rabbia, passione. La musica è la nostra espressione di vita. Suonare al Roadburn ci darà una forza emotiva ineguagliabile. È un vero onore prendere parte a un evento grandioso e intenso come questo”, dichiara il frontman dei NIBIRU, Ardath.

Infine i NIBIRU pubblicheranno finalmente il loro acclamato terzo album “Padmalotus” in 2LP vinile gatefold 180 gr., limitato a 300 copie. Il disco sarà disponibile dal 26 febbraio su Vetula Virgo / Argonauta Records.

Il vinile di "Padmalotus" ha un nuovo artwork curato dal nuovo batterista della band LC Chertan, e una nuova versione della canzone “Khem”.

I pre-ordini sono disponibili qui.

PADMALOTUS è stato registrato dai NIBIRU all'Aadya’s Temple, mentre del mixaggio e della masterizzazione si è occupato Emiliano “Pilloplex” Pilloni al Soundlab Studio di Settimo Torinese (TO).

Padmalotus Track Listing:
1. Krim
2. Ashmadaeva
3. Trikona
4. Khem

“Despite having existed so deep in the underground Jules Verne would have returned none the wiser, Nibiru have released two-and-a-half hours’ worth of extra-dimensional, reality unbinding missives since 2013”. Metal Hammer UK

"Nibiru's third strike into the spiritual unknown still proves both compelling and menacing, but develops a stronger penchant for more simplistic songwriting and focus on immediacy" - Sputnik Music

“Espression of ancient religions, evil rituals, heading for oblivion in a black sky. It’s mesmerizing music with razor sharp black metal riff mixed with acid rock, prog and kraut rock. They want to conquer distant galaxies with sounds from another world. They’re the bastard son of Pink Floyd’s Ummagunna filled with mantric invocations. Beware: they burn your mind”. Rock Hard Italy

“A definite highlight this year in the drone and psychedelic departments, and highly recommend for any of my fellow psychonauts, or people who are just looking to get that inner trance gene stimulated”. metalstorm.net