venerdì 22 gennaio 2016

Supernatural... dedicated to David Bowie!

Il ricordo di David Bowie raccontato per noi da Massimo Gasperini della Black Widow Records (Genova). Un viaggio attraverso piccoli misteri del mondo del rock che non vuole essere supponente, ma solo alimentare la voglia di conoscere ed esplorare senza fermarsi alle sole apparenze delle quali ci cibano ogni giorno.


"Non è facile scrivere di David Bowie in questo momento se non si vuole essere scontati o superficiali… con altri artisti e musicisti ed esperti ci siamo confrontati in questi giorni e tutti preferiscono il silenzio alla banalità".

Sentite questa: Sabato 16 gennaio abbiamo organizzato il concerto dei THE New TRIP a La Claque, teatro pieno e concerto incredibile, (il concerto di sabato era dedicato a Joe Vescovi, scomparso l’anno scorso, grande persona, un musicista straordinario e per me un amico importante ed indimenticabile…sono questi i concerti che hanno la vera essenza della nostra musica), comunque... i TRIP agli esordi erano una band per 3/4 inglese con Ritchie Blackmore alla chitarra, quando andò nei Deep Purple, il bassista Wegg Andersen chiamò un certo Pino Sinnone (di Torino) a sostituire il batterista e Billy Gray, un chitarrista che era appena uscito dalla band di David Bowie, sai perché? Perché il manager di Bowie voleva cercare di contrastare lo strapotere di Marc Bolan che stava emergendo alla grande e per farlo lui voleva puntare tutto sulla figura di David che allora era ancora timido ed impacciato, ma già bravisimo. Bene, Billy Gray era una forza della natura sul palco ed era bellissimo, secondo lui avrebbe offuscato la figura di Bowie quindi lo fece uscire dal gruppo ed cosi’ entrò nei TRIP.

Ma questa è un'altra storia...

BOWIE

La notizia ha fatto il giro del mondo ed in tanti hanno scritto comunicati fatti quasi sempre delle stesse parole sulla scomparsa di Bowie… Ecco perché io ho aspettato… ho voluto e dovuto farlo per il grande rispetto dell’artista e della persona, ma anche perché sinceramente mi mancava il Respiro dopo la visione ripetuta dei video di “Lazarus” e “Black Star”!!!!

Guardate lassù, sono in paradiso,
ho cicatrici invisibili
Guarda qui amico, io sono in pericolo
Ho il dramma che non può essere visto
Oh, sarò libero…

Nella villa di Ormen, si trova una candela solitaria,
Nel centro di tutto…
Il giorno in cui è morto,
è successo qualcosa,
Lo spirito è salito di un metro, e si fece da parte,
Qualcun altro prese il suo posto e coraggiosamente urlò
“Io sono una Black Star…

COME AVRA’ FATTO?? Come ci sarà riuscito in mezzo a tanta sofferenza?

Che consapevolezza della propria ARTE, del proprio ruolo… oltre il dolore, oltre la fatica… UN GENIO… UN EROE… UN ALIENO!

UNA VERA SUPERSTAR HA SEMPRE QUALCOSA DI SOPRANNATURALE!

Vi racconto una cosa :
La stampa di mezzo mondo ad un certo punto, all'apice del loro successo (soprattutto quello di BOLAN) li definì RIVALI, ricamandoci anche troppo sopra, in verità sono sempre stati grandi amici!!

“E’ bellissima David, vedrai che avrà grande successo” disse Marc all'ascolto del demo di “Space Oddity”…

David era un po’ invidioso della capacità di MARC di scrivere a ripetizione pezzi cosi’ perfetti… eppoi quell'inarrivabile vibrato non lo faceva dormire di notte… ma lo ammirava e lo invitò a rendere grandissimo il bel singolo  “The Prettset Star” dove Marc suonò per lui un memorabile assolo (che poi Mike Ronson copiò di sana pianta)!

I due si incontravano spesso, suonavano, creavano e si facevano un sacco di risate…MARC stava già elaborando il progetto ed il concetto GLAM ed in questo progetto c’era David… ma ancora mancava qualcosa!

Poi una sera del 1970 a Londra suona un gruppo chiamato THE HYPE dove ci sono anche Mick Ronson, Tony Visconti al basso e David alla voce.

Il concerto per i THE HYPE fu un semi fallimento, forse anche per la potenza degli altri gruppi che si esibirono, c’erano ARTHUR BROWN e gli HAWKWIND che in fatto di spettacolo erano il massimo assoluto, ma una persona invece era esaltata da quello che aveva visto, questa persona era MARC BOLAN.

Lui aveva saputo che le mogli di Visconti e Bowie, Angie Barnett e Liz Hartley, stavano preparando dei costumi da supereroi dai colori sgargianti… lui voleva vedere l’effetto e fu la scintilla.


Ecco cosa mancava ancora la suo progetto: IL LOOK... solo che doveva essere meno sfacciato e più personale di quello degli HYPE.

Bene, il 10 Marzo del 1971, nella puntata del TOP OF THE POPS, lo show di punta della BBC, il singolo dei T.REX  “HOT LOVE”  balza al 1° posto con quell'indimenticabile ritornello boogie… ma la vera BOMBA che colpisce i ragazzi inglesi è il LOOK di MARC con il mascara sugli occhi, il lucido da labbra, i suoi riccioli affascinanti , i vestiti sgargianti e quella lacrima di lustrini sulle guance…..poesia e sensualità!!

L’elfo saltellante si è trasformato in una STAR.

Al primo concerto che segue la trasmissione migliaia di fans giungono più o meno con lo stesso look di BOLAN: E' NATO IL GLAM ROCK!!!!

Poi arriveranno la figura dell’uomo col cilindro (THE SLIDER) e l’impersonificazione di ZIGGY STARDUST (con gli Spiders from Mars).

Ecco perché BOLAN & BOWIE sono i due KINGS OF GLAM.

In seguito i due ebbero storie diverse ma si incontrarono ancora. Volevano fare un album assieme e formare un super gruppo ma, tra problemi di diritti e la gelosia delle rispettive compagne, non fu mai possibile, nonostante esistano delle registrazioni fatte a casa di Marc. 

Un pezzo in verità uscì, si chiama “MADMEN”, fu inciso dagli sconosciuti ma talentuosissimi CUDDLY TOTS.


Nel 1977, nell'ultima puntata del suo MARC SHOW per la BBC, Marc invitò BOWIE per fare una versione di “Heroes”, poi salirao sul palco assieme ed attaccano un pezzo inedito… incredibile…

M’immagino le facce dei telespettatori dinanzi ad una cosa così pazzesca… il pezzo parte con un potente riff di Marc con David  che gli va dietro ed inizia a cantare in un duetto… ma ancora più incredibilmente MARC scivola giù dal palco tra il sorriso di Bowie: il pezzo si ferma e la trasmissione si interrompe!!!!

Questa canzone si intitolava “SLEEPING NEXT TO YOU”… pensateci!!!

Adesso il cerchio si è chiuso…

Alla domanda che spesso gli veniva fatta se lui pensasse ancora a Marc, David rispondeva sempre così: OGNI GIORNO DELLA MIA VITA”.

Ora saranno nella villa di Elmar.

UNA VERA SUPERSTAR HA SEMPRE QUALCOSA DI SOPRANATURALE.

M.G.

*All photos on this post are copyrighted material and all rights are reserved