lunedì 25 gennaio 2016

Thenighttimeproject - Thenighttimeproject review

"Thenighttimeproject"





Release Date: January 8 - 2016 (CD/Digital) 

                         March 18 - 2016 (vinyl)





Genre: Progressive Rock/Metal

Country: Sweden

Track List:

1 – The Annual Loss

2 - Oneiros

3 – Caustic Reflection

4 - Dissolve
5 – Among Reptiles
6 – Empty Signs
7 - Amends
8 – Desert Prayers

Quando cala la notte, si spengono luci della città e si accendono quelle dell’anima. Pensieri che iniziano a danzare come nuvole di vapore che escono dal nostro corpo.

Quando si scrive una recensione si ha sempre la paura di non cogliere la vera essenza di un album, soprattutto quando si tratta di un disco come questo, che osserva il mondo attraverso i nostri sensi.

Fredrik Norrman è stato un membro dei Katatonia, una band che ha saputo trasformare le note in immagini ipnotiche e parlare al cuore.

Prendendo in considerazione tutto questo, Thenighttimeproject accarezza l’essenza del gothic rock (Oneiros), le decadenti atmosfere doom (Desert Prayers), fino a chiamare in causa l'industrial rock dei norvegesi Zeromancer (Dissolve).

Una moltitudine di sontuose melodie che come la tela di un ragno si propagano per tutte le otto tracce, cosi solide e fragili da rappresentare la quintessenza delle capacità di Fredrik, i suoi passaggi, quasi operistici assieme alla voce di Tobias Netzell, reagiscono ad ogni minimo stimolo, creando quella sensazione di perdizione e potenza che consegna alla storia il degno successore di "Thirteenth Step" degli A Perfect Circle.

E se tracce come Empty Signs e Desert Prayers faranno parlare di composizioni strategiche per portare a sé il maggior numero di fan dei Katatonia (ma anche degli ultimi Anathema), ben venga, alla fine non bisognerebbe mai rinnegare le proprie origini ma andarne fieri.

8/10
(Michela Anesthesia)



Line Up:

Tobias Netzell - Vocals

Fredrik Norrman - Guitars, bass, Keyboards

NicklasHjertton - Drums

Facebook