mercoledì 24 febbraio 2016

BLACK SLEEP - The Whales of the Grey Sea Review

"The Whales of the Grey Sea"



Release: 26 February 2016

Hometown: Finland

Genre: Alternative Metal

Tracklist: 
01. Tiny Pieces
02. Soulcatcher
03. 2013
04. Choices
05. Moonsick
06. Animal Puppets




Patinato, tumultuoso, un oceano in sommossa dentro al quale si combattono piccoli e grandi drammi dell'esistenza, dove restare a galla sembra essere l'unica cosa che conta davvero, la sola che abbia davvero importanza. è questa la prima, immediata sensazione che si ha nell'ascoltare questo album di debutto dei finlandesi Black Sleep che con The Whales of the Grey Sea sembrano restituirci i brandelli alla deriva di una musica andata in frantumi, disgregatasi sotto la potenza di un cupo mare funestato dalla tempesta.

Sei brani molto intensi punteggiano un percorso quasi intimo suonato con una certa eleganza, ma non scevro da imperfezioni che si traducono in un leggero squilibrio tra la parte canora e quella musicale, dove i piatti della batteria sovrastano un po' troppo una voce che sembra l'eco di un grido lontano disperso tra i flutti, inghiottito dall'acqua salmastra del Baltico.

Eppure tutto questo sembra costituire allo stesso tempo il fascino intrinseco dell'album, una metafora efficace quanto potente di un eterno fluttuare alla ricerca di una riva, di un appiglio, alla scoperta di una salvezza che la musica stessa può dare e che, forse, i Black Sleep meritano almeno in attesa del prossimo lavoro discografico.

6.5/10
Dora


Line-Up:
EETU MOISIO - vocals + machines
KIM KRAPPALA - bass
JOONA ALAMÄKI - guitar
MIKA KETTUNEN - drums

Links: