domenica 14 agosto 2016

SERRAVALLE ROCK FESTIVAL! 30-31 luglio Serravalle Pistoiese (PT)



Live e ph. report Michela (Anesthesia)

Nel piccolo comune di Serravalle Pistoiese, ai piedi dell’omonima provincia, nelle notti di sabato 30 e domenica 31 luglio, si è aperta ufficialmente la prima edizione del Serravalle Rock Festival. Un evento che ha visto la collaborazione tra molte realtà della scena musicale locale e degli Enti Pubblici, che sotto gli occhi attenti del direttore artistico Lorenzo Becciani, ha regalato emozioni e divertimento.

La prima serata si è conclusa con i rockers Small Jackett, con il loro ardente e frenetico hard rock che ha ricreato le performance live degli indimenticabili anni ’80 ed i fiorentini Kelevra, che in un carosello malinconico dei tormenti di gioventù hanno presentato il loro ultimo album, “Cronache per poveri amanti” (Vrec), sviscerando un rock semplice ed efficace, che naviga a vista nell'oceano sconfinato di elettronica ed indie rock e capace di sedurre anche i palati più sopraffini. 

Protagonista indiscussa della seconda serata la musica elettronica con Platonick Dive e la giovanissima Birthh (al tempo Alice Bisi) in primo piano. La giovane artistica, celando sapientemente la propria abilità dietro un’apparente timidezza, dimostra carattere ed una padronanza assoluta negli arrangiamenti, spaziando dall’indie pop al folk in una chiave tutta personale ha incantato il pubblico e regalato 45 minuti di pura poesia musicale. 
Parlare dell’esibizione dei Platonick Dive a chi non ha mai assistito ad una loro performance dal vivo rimane estremamente difficile e riduttivo. Benché le band strumentali risultino ostiche ai più, il talento artistico di questi ragazzi di Livorno (Gabriele Centelli, Marco Figliè, Jonathan Nelli ) va oltre ogni ragionevole dubbio.
Figli della moderna tecnologia ed in continua evoluzione, la band ha offerto un elegante post rock arricchito di elementi ambient dove le tastiere, in forte predominanza, hanno fronteggiano con abilità il carattere animalesco di un drumming forsennato.

E mentre la notte volgeva al termine, portando con sé le piccole imperfezioni ancora da sistemare, come ombre cinesi le luci del palco proiettavano sul terreno la certezza di un futuro ancora più esaltante.

Tra le band che si sono divise il palco ai piedi dell’imponente fortificazione di Castruccio Castracani, Endless Harmony, Better Place, The Fooots e The Trick, complici anch'essi a far sì che l’antico borgo diventassi un’oasi perfetta di suoni e luci.

Sabato 30 luglio 

Domenica 31 luglio 
THE TRICK