venerdì 23 settembre 2016

INSOMNIUM - Winter's Gate

 "Winter’s Gate“



Release Date: on 23rd september 2016

Label: Century Media

Country: Finland

Style: melodic death metal 

Track list:
Winter’s Gate 40-minute song








Sfaccettato, profondo, maturo, ricco, coinvolgente. Ci sono tanti modi per declinare il bello quando ci si trova davanti ad un'opera capace di far vibrare le corde dell'anima ed è facile trovare le parole quando questo qualcosa ti colpisce tanto intimamente da stravolgerti l'anima. 

Un po' meno semplice è riuscire a far passare le stesse emozioni attraverso un filtro, un blog, una pagina facebook, un foglio di giornale... le emozioni non sono tanto facili da esprimere, non lo sono quando sono negative, rabbiose e furenti, ma nemmeno quando ti stravolgono positivamente ed il compito di tradurre in qualcosa di comprensibile il marasma che si agita dentro ad un cuore e ad una mente sembra essere una barriera quasi insormontabile quando si tratta di raccontare il perché questo qualcosa ci è piaciuto così tanto, emozionandoci tanto da farci trattenere il fiato.

Il primo consiglio spassionato e sincero è quello di ascoltare il nuovo disco degli Insomnium, Winter's Gate, e giudicare da voi la qualità del suono, la multiforme essenza delle note, la variopinta gamma di melodie intriganti e sconvolgenti che, passo dopo passo, si aprono davanti a noi come la coloratissima e mai banale coda di un pavone. Solo ascoltando si può capire, o almeno avvicinarsi a quella comprensione che subito ha sconvolto noi, umili ascoltatori di un album che farà davvero parlare di sé per la sua complessità, il suo essere sincero, diretto, brutale nel suo essere così genuino e puro.

Sono quaranta minuti di pura musica. Una sola, immensa e grandiosa traccia che racconta una storia, la stessa scritta dal bassista Niilo Sevänen, che narra le vicende di un gruppo di prodi vichinghi pronti a combattere perfino il gelido inverno pur di andare alla ricerca di una favolosa quanto magica isola situata nel Nord/Ovest dell'Irlanda.

In questa epopea dall'antico sapore nordico, dove il retaggio finlandese di una musica epica e grandiosa si mischia all'eco di antiche gesta direttamente collegate alla loro ancestrale mitologia,è tratteggiata da un intrigante equilibrio tra melodie soffuse ed eleganti sapientemente mescolate a suoni più ruvidi e prepotenti, quasi minacciosi nella loro cupa crudeltà, ancora più efficaci ed impatto proprio perché accostati ad una scrittura musicale e lirica estremamente raffinata che mette in risalto ogni singolo elemento, dalla voce, ora un ringhio soffocato e furente, ora un clean pulito e duttile, fino ad arrivare al basso corposo e cupo, passando per le chitarre sempre generose ed avvolgenti i cui assoli rasentano una tecnica sopraffina, fino ad arrivare alla batteria grandiosa ed epica, ora solo un ritmato battito di cuori, ora una martellante cavalcata ricca di adrenalina.

Winter's Gate è una tempesta di emozioni che si muovono in maniera circolare, un flusso di sentimenti fatti musica che si aprono e si chiudono con lo stesso, ondeggiante e quasi tragico movimento nel quale si affoga in una disperazione quasi sommessa, in un lirismo ai limiti della sopportazione.

E' un disco che va ascoltato, compreso, assorbito ed assimilato. E' un racconto che merita di essere letto, immaginato e sognato. E' la storia di una band che forse per lungo tempo si è alimentata all'ombra di altri grandi nomi finlandesi come gli Amorphis e gli Omium Gatherum, ma che oggi trova il suo posto di diritto al fianco di questi nomi.

E' il volo di un nero uccello dalle piume di cristallo che si innalza dal tumulto dell'anima mentre cerca disperatamente la sua strada verso il cielo.

9.5/10
Dora

Official Site
Facebook