venerdì 5 maggio 2017

MUGSHOTS - Something Weird

"Something Weird"

Release Date: on 26th October 2016

Label: Black Widow Records

Country: Italy

Style: Theatrical Rock Music

Tracklist:
1. Introitus
2. The Circus
3. Rain
4. I Am An Eye
5. An Embalmer’s Lullaby Part Two
6. Ophis
7. Sentymento
8. Scream Again
9. Grey Obsession
10. Dusk Patrol
11. Pain
12. Ubique

I Mugshots sono uno di quei gruppi che ti mettono in difficoltà. Ogni volta che pensi di essere riuscito ad inquadrarli ecco che ti spiazzano nuovamente.
Provengono da Brescia, sono attivi dai primi anni 2000 e questo è il loro quarto full-lenght (ma all'attivo ci sono anche alcuni singoli). Il loro sound è un originale mix di hard rock, punk, dark e new wave, con qualche influenza psichedelica e garage, il tutto proposto con un piglio molto teatrale, come certi Death SS o l’Alice Cooper dei tempi d’oro… confusi?? La cosa incredibile è che tutte queste influenze vengono fuse in modo coerente, in un sound che risulta multiforme ma coeso e non particolarmente ostico.

In Something Weird sono presenti una gran quantità di ospiti: Steve Sylvester impreziosisce il bellissimo horror rock di “Scream Again”, in cui sono presenti anche le tastiere di Freddy Delirio e le backing vocals di Ain Soph Aour (Necromass), mentre nel decadente pop-wave di “Sentymento” è addirittura Enrico Ruggeri a duettare con uno stravolto Mickey Evil. 
“The Circus” ha chitarre punk ma anche sintetizzatori memori dei Roxy Music, “An Embalmer’s Lullaby Part Two” è dark wave gotica, mentre la grandiosa “I Am An Eye” è caratterizzata da atmosfere plumbee e orrorifiche, sottolineate da un organo inquietante. “Grey Obsession” sconfina addirittura in territori progressive, con un flauto sognante e percussioni esotiche, Tony “Demolition Man” Dolan (Venom) è protagonista con la sua voce maligna nella breve “Dusk Patrol”, preludio alla meravigliosa “Pain”, lenta e angosciante, con un gran lavoro delle chitarre (ospite in questo brano Manuel Merigo degli In.Si.Dia.). In chiusura lo strumentale “Ubique”, fonde elettronica e dark wave.

Something Weird è un’opera spiazzante ma coraggiosa, affascinante e creativa, che merita di essere ascoltata da chiunque si professi un rocker privo di paraocchi.

8/10
Andrea

Line-up:
Mickey Evil – vocals, synth
Priest – guitar 
Erik Stain – keyboards
Eye Van – bass
Gyorg II – drums