mercoledì 10 maggio 2017

PRESENCE - Masters and Following

"Masters and Following"

Release Date: on 26th October 2016


Label: Black Widow 

Country: Italy

Style: Heavy Prog Dark

Tracklist:
disc 1:
1. Masters And Following
2. Deliver
3. Now
4. Interlude
5. The House On The Hill
6. Freewheel Burning
7. Space Ship Ghost
8. This Town Ain’t Big Enough For The Both Of Us
9. Prelude
10. Symmetry
11. Collision Course
12. On The Eastern Side
13. The Revealing

disc 2: 
1. Scarlet
2. The Sleeper Awakes
3. Lightening
4. The Dark
5. Eyemaster
6. Just Before The Sun
7. The Bleeding
8. Un Dì Quando Le Veneri
9. Overture
10. Hellish
11. J’Accuse
12. Makumba
13. Supersticious
14. The King Could Die Issueless

I Presence sono una delle più belle realtà del panorama prog italiano. Nati sul finire degli anni 80, nel corso degli anni hanno saputo creare un sound riconoscibile e originale, in cui heavy metal e suggestioni dark si fondono con la musica classica e lirica.

Masters And Following segna il ritorno dei Presence dopo ben 9 anni dal precedente “Evil Rose” e ci propone 13 inediti (di cui 3 cover) in cui è evidente che l’ispirazione e la creatività della band napoletana è rimasta intatta. Atmosfere gotiche, slanci orchestrali, chitarre assolutamente heavy e soprattutto la splendida voce di Sophya Baccini caratterizzano la title-track, la claustrofobica “Deliver” e la superba “The Revealing”, alcuni tra i vertici di un lavoro che comunque non ha cedimenti. Degna di menzione anche “Now” che spezza il mood oscuro dell’album con una melodia solare in odor di Genesis.
Molto originali e personalizzate le 3 cover: “Freewheel Burning” dei Judas Priest suona un po’ forzata, molto meglio “The House On The Hill” degli Audience, che amplifica le inquietudini psichedeliche dell’originale in un contesto ultra heavy; anche il bizzarro glam rock teatrale di “This Town Ain’t Big Enough For The Both Of Us” degli Sparks è risolto in maniera convincente.

L’album include inoltre un secondo cd dal vivo, in parte penalizzato da una registrazione non ottimale ma che riesce comunque a restituirci la magia delle esibizioni dei Presence. Nel booklet non sono specificati data e luogo della registrazione, ma vista l’assenza di tracce da “Evil Rose” suppongo si tratti di un’esibizione di parecchi anni fa. La scaletta passa in rassegna alcuni tra i migliori brani della carriera della band, tra cui un medley orchestrale e “Un Dì Quando Le Veneri”, tratto dalla “Traviata” di Giuseppe Verdi. 

Consiglio a tutti di iniziare a scoprire questa fantastica band, Masters And Following può essere l’ideale punto di partenza. 

8/10
Andrea

Line-up:
Sophya Baccini – vocals
Enrico Iglio – keyboards
Sergio Casamassima – guitar