lunedì 12 novembre 2018

THE GHOST AND THE MACHINE - Red Rain Tires

"Red Rain Tires"

Release Date: on 28 September 2018


Country: Austria

Genre: Post Blues

Tracklist:
1.Falling
2. Dirty Mind
3. Blue Day / Yellow City
4. Caroline
5. Passengers & Slaves
6. Complex Animal
7. Scars
8. Butterflies Dust
9. Wreck Of Innocence


E’ un suono molto particolare quello che propongono i The Ghost And The Machine, band austriaca giunta al secondo lavoro. Si autodefiniscono post-blues, etichetta dietro cui si nasconde un suono che attinge al folk, al jazz, all’alternative e all’indie rock. Del blues come generalmente viene inteso, quello del Delta, non ne troviamo traccia.

Tutto l’album verte su atmosfere raffinate e intime, a volte un po’ malinconiche, che nella loro particolarità riescono comunque ad essere facilmente fruibili e certamente non ostiche.  In particolare “Dirty Mind”, con il suo feeling un po’ alla R.E.M.,  potrebbe funzionare anche come singolo, se adeguatamente spinto.
Episodi apparentemente rilassati come “Blue Day / Yellow City” o “Caroline” hanno in realtà una tensione che striscia sotto pelle,  il sognante folk di “Falling” e le influenze jazz di “Passengers & Salves” sono dimostrazioni di talento e di creatività, le parti strumentali sono avvolgenti e gli arrangiamenti sono minimali ma efficaci. Mandolino e armonica a bocca impreziosiscono il pop rock evoluto di “Complex Animal”, si sente anche un po’ di country nella ballata crepuscolare “Wreck Of Innocence”, mentre “Scars” regala atmosfere oscure di indubbio fascino. 

Red Rain Tires non è un album indicato a chi cerca adrenalina e scosse elettriche, è musica introversa, notturna e poetica.

8/10
Andrea

Line-up:
Andi Lechner – guitar, vocals
Heidi Fial – bass, vocals
Matthias Macht – drums



MISERY LOVES CO covers GARBAGE's “Only Happy When It Rains”


Impossibile non ricordare la hit dei GARBAGE "Only Happy When It Rains”! Oggi i pionieri svedesi dell’industrial MISERY LOVES CO pubblicano la loro versione, dandole una veste del tutto unica e personale.

Non è la prima volta che i MISERY LOVES CO realizzano delle cover indimenticabili, basti citare "Complicated Game" (XTC) presente sull’album "Not Like Them" e "The Drowning Man" (THE CURE), suonata la scorsa estate allo Sweden Rock Festival.

Ascolta “Only Happy When It Rains” qui: https://miserylovesco1.bandcamp.com/track/only-happy-when-it-rains

Acquista la canzone ora:





“Only Happy When It Rains” è stata mixata da Roberto Laghi (IN FLAMES) a
Gothenburg e masterizzata da Richard Sporrong a Uppsala. L’artwork è opera di Jerker Josefsson, mentre la fotografia in copertina è di Patrik Wirén.


LOVEBITES - firmano per Arising Empire e annunciano il tour europeo!


Le stelle nascenti della scena metal giapponese LOVEBITES hanno firmato un contratto con Arising Empire
Le LOVEBITES lanceranno il loro secondo album intitolato "Clockwork Immortality" il 7 Dicembre 2018.

La band è composta da Asami (voce), Miho (basso), Haruna (batteria), Midori (chitarra) e Miyako (chitarra/tastiera). Il sound delle LOVEBITES ha un debito con le grandi band heavy metal oltreoceano che hanno influenzato direttamente il loro modo di comporre. Insieme alla loro visione unica della musica, prendendo spunto dal background eclettico e dall'esperienza di ognuno dei membri, tutto è culminato nel forgiare un gruppo veramente formidabile.

Il loro primo tour europeo, che include date in Olanda, Germania, Francia e Inghilterra, inizia il 13 Novembre di quest'anno! 

mercoledì 7 novembre 2018

LIZZIES - On Thin Ice

“On Thin Ice”

Release Date: on 5 October 2018


Label: The Sign Records 

Country: Spain

Genre: heavy metal

Tracklist:
1. Like An Animal
2. No Law City
3. I’m Paranoid
4. Playing With Death
5. Real Fighter
6. Talk Shit And Get It
7. Final Sentence
8. Rosa Maria
9. World Eyes On Me
10. Love Is Hard
11. The Crown


I Lizzies sono un’altra interessante proposta della The Sign Records, un’etichetta che ultimamente ci sta facendo scoprire ottime bands (Svartanatt, Hallas, Hypnos), la cui caratteristica comune è la passione per il “retro-rock”.

L’esordio di questa all-female band spagnola, risalente a due anni fa e intitolato “Good Luck”, si è spinto fino al n.16 delle charts spagnole, un risultato sorprendente che ha portato la band e esibirsi non solo in Spagna, ma anche in Svezia, Germania e Inghilterra. 
On Thin Ice è la conferma delle qualità di questa band, portavoce di un sound spiccatamente ottantiano, diretto e graffiante al punto giusto, come delle Runaways più cattive o delle Girlschool più eleganti. 
L’album  regala buone vibrazioni sia nei suoi episodi più tirati come “Rosa Maria” o la quasi punkeggiante “Talk Shit And Get It”, sia nei frangenti più melodici, come la classy “I’m Paranoid” o la dokkeniana “Real Fighter”. Le Lizzies hanno anche il gusto per la melodia ruffiana e per ritornelli catchy, come evidente nel power pop di “No Law City” e nell'irresistibile “Like An Animal”, mentre “Final Sentence” gioca invece con riff metallici e atmosfere sabbathiane.

Un ritorno più che positivo quindi, che non dovrebbe faticare a ripetere (e forse migliorare) i risultati dell’esordio.

7,5/10
Andrea

line-up:
Elna – vocals
Patricia – guitar
Marina – bass
Dani – drums

https://www.facebook.com/thelizzies/

martedì 6 novembre 2018

CELLAR DARLING - pubblicano il nuovo video e singolo di 'Insomnia'


Il trio svizzero CELLAR DARLING si sposta verso il progressive rock con la pubblicazione di 'Insomnia', il primo singolo tratto dal secondo album che uscirà il prossimo anno su Nuclear Blast Records.

La traccia sorprende a tutti i livelli e porta l'ascoltatore a fare un viaggio oscuro e sinistro, illustrato egregiamente da un video ipnotico. Tutte le parti di questa epica canzone superano la precedente in un viaggio musicale che unisce il lato più pesante della band alla ghironda, flauto, pianoforte e organo Hammond, culminando in un gran finale che lascerà i viaggiatori sonici senza parole.

Ascolta e scarica subito 'Insomnia' QUI

Non perdere la prima occasione di vedere le nuove canzoni suonate dal vivo a Marzo/Aprile 2019 durante il tour europeo, con altre date che verranno confermate a breve.




I CELLAR DARLING sono:
Anna Murphy - voce, ghironda, polistrumentista
Merlin Sutter - batteria
Ivo Henzi - chitarra, basso


BEAST IN BLACK – svelano la copertina di "From Hell With Love". Il tour con i NIGHTWISH inizia venerdì!


I BEAST IN BLACK hanno di recente annunciato la pubblicazione dell’attesissimo nuovo album intitolato “From Hell With Love”, l’8 febbraio 2019 su Nuclear Blast. Oggi, poco prima di iniziare il tour con i NIGHTWISH, la band dell’ex chitarrista dei BATTLE BEAST, Anton Kabanen, svela la copertina del disco, realizzata ancora una volta da Roman Ismailov.

Anton commenta: "Quest’album è stato forgiato con passione, furia, amore, dedizione e – aggiungerei – ossessione maniacale. Ancora una volta il fantastico artwork di Roman ne cattura perfettamente l’essenza. Questo disco è un’autentica creazione che esplode dall’inferno con amore”.

Roman Ismailov aggiunge: "Ricorda una relazione di odio-amore tra cose che fanno parte della nostra vita. Alcune sono come bestie che è quasi impossibile addomesticare. Poi c’è l’amore in ciò che si fa, che può vincere anche gli ostacoli più difficili”.  

Il bassista Mate Molnar conclude: "I NIGHTWISH ci hanno dato l’enorme possibilità di presentarci a uno delle più grandi audience del mondo e ciò significa che sul palco ogni sera potete aspettarvi la Bestia più selvaggia, da questo venerdì fino a metà dicembre! Siamo estremamente entusiasti!”.

Nel frattempo sono state aggiunte altre date al tour europeo “From Hell With Love Tour 2019”, il cui trailer può essere visto di seguito.


sabato 3 novembre 2018

Behemoth - Loved You At Your Darkest

"Loved You At Your Darkest"

Release Date: on October 5, 2018

LabelNuclear Blast

Country: Poland

Genre: blackened death metal

Tracklisting
01. Solve
02. Wolves ov Siberia
03. God = Dog
04. Ecclesia Diabolica Catholica
05. Bartzabel
06. If Crucifixion Was Not Enough...
07. Angelvs XIII
08. Sabbath Mater
09. Havohej Pantocrator
10. Rom 5:8
11. We Are the Next 1000 Years
12. Coagvla


Pochi avrebbero scommesso che dopo un capolavoro come The Satanist i Behemoth sarebbero stati in grado di ripetersi sugli stessi livelli.
Tuttavia la storia insegna che quella polacca non è una band qualsiasi, ai cui piedi i pregiudizi sono destinati a sbriciolarsi. I Loved You At Your Darkest non cerca la perfezione formale come il suo predecessore, probabilmente non riscuoterà lo stesso successo, ma in quanto a fascino ed espressività non è secondo a nessuno.

Pur non trattandosi di un concept album, ogni traccia è legata da un sottile filo conduttore che lega la fine del mondo con la Fede, quella che vede l’uomo erigere un altro uomo a divinità nel nome dell'amore.
In questa opera si collocano quindi le reazioni violente e colpevoli di un mondo con la coscienza sporca, che si contrappone alla natura sincera e immutabile del sentimento.
Musicalmente parlando, il disco è intriso di esplosioni black/death che mettono al centro della scena una delle voci più malevole e cruente della musica estrema, costruendo pezzo dopo pezzo atmosfere surreali in bilico tra l'umano disprezzo e l'essenza divina del romanticismo.
Non è una novità che il leader indiscusso Nergal si ponga in maniera sarcastica e provocatoria come una divinità infernale, dispiegando il proprio grido oltre quell’oscurità sapientemente tratteggiata da riff groovy e dissonanti. Tra di essi si insinuano le sempre splendide linee di basso di Orion e le ritmiche tribali di Inferno, lasciando alle rare orchestrazioni e ai più frequenti cori melodici il ruolo di piccoli serpenti tentatori.

Se qualcuno sperava o temeva che I Loved You At Your Darkest facilitasse l'accesso dei Behemoth ai salotti buoni del metal mainstream, dovrà rivedere le proprie previsioni, perché l'impulso creativo di Nergal e soci proviene ancora una volta dall'amore per la musica.

8.5/10