giovedì 7 febbraio 2019

Lord Of The Lost live in Helsinki!!



LORD OF THE LOST are a multi-talented, modern metal band whose music presents itself far beyond genre stereotypes: a solid metal base featuring industrial parts or other dark rock elements – nothing is impossible.

This band takes a flying leap beyond genre parameters – better than ever! Their previous releases topped the German album charts already, while the upcoming release THORNSTAR will in no way be inferior to past efforts. This, their sixth studio album, reveals even more sonic facets of the band, all the while remaining hard and forceful.

The deep and emotional concept behind the album follows the myth of a doomed high civilization -  THORNSTAR is a record unique in both sound and concept.

venerdì 21 dicembre 2018

ACCEPT - Symphonic Terror

"SYMPHONIC TERROR – LIVE AT WACKEN 2017 "

Release Date: 23 november 2018


Country: Germany

Genre: Heavy Metal

Tracklist:
1. Die By The Sword
2. Restless And Wild
3. Koolaid
4. Pandemic
5. Final Journey
6. Night On Bald Mountain
7. Scherzo
8. Romeo And Juliet
9. Pathetique
10. Double Cello Concerto In G Minor
11. Symphony N.40 In G Minor
12. Princess Of The Dawn
13. Stalingrad
14. Dark Side Of My Heart
15. Breaker
16. Shadow Soldiers
17. Dying Breed
18. Fast As A Shark
19. Metal Heart
20. Teutonic Terror
21. Balls To The Wall

Che Wolf Hoffmann sia un grande appassionato di musica classica non lo scopriamo certo oggi, basta ascoltare i suoi lavori solisti “Classical” e “Headbangers Symphony”, entrambi basati sulla rielaborazione di arie classiche. E poi, chi non ricorda il celeberrimo intermezzo di “Metal Heart” in cui si cita “Per Elisa”? In questo live, registrato l’anno scorso al Wacken, Hoffmann ha finalmente la possibilità di proporre alcuni dei brani più famosi degli Accept accompagnato da un’orchestra sinfonica.
Symphonic Terror è diviso in tre parti: la prima vede all’opera solo gli Accept, ed è incentrata su brani dell’era Tornillo (a parte la storica “Restless And Wild”). La band conferma di attraversare un periodo di grazia, e chi era presente alla data italiana dello scorso gennaio può sicuramente confermare.
L’orchestra entra in azione nella seconda parte, in cui vengono eseguiti celebri brani di musica classica, già proposti da Hoffmann nel suo “Headbangers Symphony”. “Night On Bald Mountain” di Musorgskij è semplicemente da brividi, heavy metal e classica fusi alla perfezione. Non da meno “Romeo And Juliet” (Prokofiev) e Pathetique (Beethoven) tra ritmiche serrate e archi maestosi.
Infine la terza parte, in cui classici della band tedesca vengono eseguiti con l’orchestra. Il risultato è eccellente, i brani brillano di una luce nuova, in particolare “Shadow Soldiers” e l’incredibile “Stalingrad”, addirittura superiori agli originali, con violini e violoncelli che ne accentuano il tono epico e l’andatura solenne.
Un lavoro imperdibile per i tanti fans degli Accept, e che purtroppo rappresenta anche il testamento musicale del bassista e fondatore Peter Baltes, che ha recentemente deciso di ritirarsi a vita privata.

8/10
Andrea

Line-up:
Mark Tornillo – vocals
Wolf Hoffmann – guitar
Peter Baltes – bass
Uwe Lulis – guitar
Christopher Williams – drums




PER WIBERG – firma per Despotz Records


PER WIBERG entra a fare parte della famiglia Despotz Records!

Il termine “heavy” può essere applicato a molti generi musicali diversi e in molti contesti differenti. Negli ultimi trent’anni il musicista svedese PER WIBERG si è guadagnato da vivere suonando principalmente musica pesante. Un polistrumentista che ha suonato tastiere, basso e chitarre con un nutrito numero di band e artisti come Opeth, Spiritual Beggars, Candlemass, oltre a Clutch / Bakerton Group, Switchblade e Kamchatka solo per citarne alcuni.

Sono felice di annunciare che Despotz Records pubblicherà il mio primo album solista nel 2019. Questo disco è stato in lavorazione per un bel po’ di tempo e sono rimasto piacevolmente sorpreso nel sapere che Despotz ha avuto la meglio. Per me non sono degli sconosciuti, poiché la mia band Kamchatka era su Despotz. Si sono espansi da allora e hanno un roster piuttosto vario oggi e sono molto appassionati. Sono fermamente convinto che sia necessario lavorare con persone che vogliono davvero lavorare con te, il che significa che la base della relazione è la musica vera e propria e non una collaborazione forzata. Pertanto, ovviamente sono molto felice di vedere che c'è un sincero interesse nel mio album qui alla Despotz e non vedo l'ora di lavorare insieme su questo mio primo viaggio. Il silenzio fa schifo e i nerd si uniscono”, dichiara PER WIBERG.

Per Wiberg è una forza inarrestabile nel mondo della musica e noi di Despotz siamo così felici di unire le forze ancora una volta con Per. Penso che ciò dimostri che il duro lavoro e la dedizione siano gli ingredienti magici nella relazione tra un musicista talentuoso e un'etichetta discografica innovativa. L'album solista di Per ‘Head Without Eye’, arriverà il 19 aprile 2019 ed è già il mio album preferito per il prossimo anno!", dichiara Ömer di Despotz.

DELAIN – Announce “HUNTER’S MOON” With Brand New Tracks + Live Blu-Ray!

[Photo Credit: Sandra Ludwig]

DELAIN will release HUNTER’S MOON 22nd FEB 2019 a stunning release, consisting exciting new studio tracks accompanied by a Live Blu-Ray from their SOLD OUT DANSE MACABRE tour across Europe in 2017.

HUNTER’S MOON is the final in the trilogy, and follows on from their EP Lunar Prelude and their full album release MOONBATHERS.

HUNTER’S MOON includes four brand new tracks, ten live songs, and a Blu-Ray shot at the infamous Utrecht Tivoli, featuring many special guests including Nightwish’s Marco Hietala. The Blu-Ray truly encapsulates Delain’s breathtaking stage performance and showcases their stunning stage production!

Brand New Studio Tracks:
1. Masters Of Destiny
2. Hunter’s Moon
3. This Silence Is Mine
4. Art Kills
Live From Utrecht:
5. Hands Of Gold – Live (feat. George Oosthoek)
6. Danse Macabre – Live
7. Scarlet – Live
8. Your Body Is A Battleground – Live (feat. Marco Hietala)
9. Nothing Left – Live (feat. Marco Hietala)
10. Control The Storm – Live (feat. Marco Hietala)
11. Sing To Me – Live (feat. Marco Hietala)
12. Not Enough – Live
13. Scandal – Live (feat. Marco Hietala)
14. The Gathering – Live (feat. Marco Hietala)

BATTLE BEAST – pubblica il nuovo album in studio "No More Hollywood Endings" il 22 marzo 2019!


Un paio di mesi fa gli heavy metaller finlandesi BATTLE BEAST hanno annunciato un tour da headliner europeo di sei settimane nella primavera 2019, con gli ARION come supporto. Oggi il sestetto svela maggiori dettagli sul nuovo album in studio, che verrà presentato durante il succitato tour. Intitolato “No More Hollywood Endings”, verrà pubblicato il 22 marzo su Nuclear Blast Records! Le undici canzoni sono state registrate dal tastierista Janne Björkroth con Viktor Gullichsen e il chitarrista Joona Björkroth al JKB Studio. Il lavoro è stato prodotto e mixato da Janne. L’artwork è stato realizzato da Jan Yrlund (KORPIKLAANI, MANOWAR ecc.), che si era già occupato di quello di “Bringer Of Pain”.

Janne ha affermato: "Le canzoni pesante sono ancora più pesanti, gli elementi pop brillano maggiormente, le parti rock sono più potenti e il suono è più ricco che mai. La scala emozionale è più ampia e ogni cosa è più magniloquente. Rimanete sintonizzati per il 2019!”.  

BATTLE BEAST sono:
Noora Louhimo | voce
Eero Sipilä | basso
Joona Björkroth | chitarra
Juuso Soinio | chitarra
Janne Björkroth | tastiere
Pyry Vikki | batteria

SWALLOW THE SUN: ANNOUNCE NEW ALBUM, EPIC SINGLE AND NEW MEMBERS

ph. ©Jussi Ratilainen

Finnish melancholy death-doom metal band SWALLOW THE SUN will release new album “When A Shadow Is Forced Into The Light” on January 25th, 2019 through Century Media Records, and announced that Jaani Peuhu and Juho Räihä are now official members.

Tomorrow the band will release 14-minutes epic single track called “Lumina Aurea”:

Lumina Aurea
Lumina Aurea (instrumental version)

Fueled by personal loss (the album title has its origins in Trees of Eternity's “Broken Mirror”) and powered by the will to continue, “When A Shadow Is Forced Into The Light” showcases the group’s ability to maintain its signature sound while expanding upon horizons and diving deeper into the crevasse of doom-death metal. Even though the single and the album are conceptually connected, they are musically completely different. While “Lumina Aurea” - featuring Wardruna’s Einar Selvik and The Foreshadowing’s Marco I. Benevento - marks the band’s darkest and most sinister piece of music the band has ever released, “When A Shadow Is Forced Into The Light” follows a more positive approach and continues in the vein of previous albums – first-rate death-doom in the typical style of SWALLOW THE SUN.

When A Shadow Is Forced Into The Light Track List:
The Crimson Crown
Firelights
Upon The Water
Stone Wings
Clouds On Your Side
Here On The Black Earth
Never Left

SWALLOW THE SUN have announced first shows for 2019! 

07.02.2019 Helsinki (Finland) – Nosturi*
08.02.2019 Turku (Finland) – Apollo*
09.02.2019 Jyväskylä (Finland) – Lutakko*
14.02.2019 Tampere (Finland) – Klubi*
15.02.2019 Oulu (Finland) – Teatria*
16.02.2019 Kuopio (Finland) - Henry´s Pub*
*) with THE MAN-EATING TREE



mercoledì 19 dicembre 2018

Frozen Land

"Frozen Land"
Release Date: December 7, 2018


Label: Massacre Records

GenreSymphonic Power Metal

Country: Finland

Track List:
1. Loser's Game
2. Delusions Of Grandeur
3. The Fall
4. Underworld (Manala)
5. The Rising
6. Unsung Heroes
7. Orgy Of Enlightenment
8. Mask Of The Youth
9. I Would
10. Angels Crying (E-Type Cover)

Dopo il demo Loser's Game del 2017, i finnici Frozen Land (Tony Meloni, voce, Tuomas Hirvonen, chitarre, Aki Kuokkanen, percussioni, Lauri Muttilainen, tastiere e Juhana Heinonen, basso) hanno deciso di fare sul serio e sono arrivati all'uscita dell'omonimo debut album per Massacre Records.

Sin dalle prime note si riesce a percepire quanto la vecchia guardia della golden age del power metal in Europa, che aveva contribuito a renderne la Finlandia fiera regina, abbia potuto incidere anche sui lavori delle nuove leve. Non è un caso che quest' album, registrato presso i mitici Finn Vox Studios, sia stato mixato da Matias Kupiainen, attualmente in forze negli Stratoviarius e masterizzato da quel Mika Jussila, da sempre un nome, una garanzia (Stratoviarius, Sonata Arctica, Children Of Bodom).

Nati come band a Tampere, da un progetto solista di Hirvonen, i Frozen Land si sono presto trasformati in un combo di 5 elementi, pronti a dare il massimo per riportare il metal nordico all'antico splendore tipico degli albori degli anni 90', tornando indietro di quasi un trentennio fa.

La prima traccia, per ritmi forsennati, riffs al fulmicotone e voce che vola là dove osano le aquile, ricorda, neanche tanto vagamente, Paradise, della band di Kotipelto; la seconda traccia non molla il colpo e continua a pestare duro e a portare le corde vocali di Meloni, vocalist italiano, incredibile a dirsi, reclutato grazie a Youtube, a toccare altezze stratosferiche, così come accade nel pezzo successivo in cui sono encomiabili anche i cori; incalzante, catchy e facile da ricordare persino nelle strofe la successiva Underworld, mentre le diaboliche e a tratti funamboliche tastiere di The Rising, riportano alla mente le scale di Bach, in un pezzone dove i cori, dal vivo, faranno venire i brividi pure ai pinguini; più folk negli arrangiamenti e più epico nelle lyrics il pezzo seguente, sulla falsa riga di band come Korpiklaani o Finntroll; un' altra traccia, da considerarsi come un perfetto esercizio di stile è Mask Of The Youth, il pezzo in cui tutti i musicisti si prodigano fino allo spasmo per mantenere ritmi degni della formula uno, mentre il cantante si esibisce in quello che, forse, è il brano più impegnativo per le sue corde vocali dell'intero album. D'altra parte i ragazzi hanno ridotto notevolmente l'impatto che i vari solo hanno storicamente avuto in questo genere, per prediligere la melodia, lasciandola affiorare al meglio, come nell'unica ballad, un pezzo lento, dolce e strappalacrime, che celebra l'amore perso in vita e ritrovato nell'aldilà.

L'album si chiude con un'insolita cover di musica dance, firmata nel 1998 dal musicista e cantante svedese E-Type, ovviamente rivisitata e corretta opportunamente in chiave metal, con schitarrate e sezione ritmica a regola d'arte, che però non ne hanno  intaccato l' originale freschezza, lasciandole anche una certa leggerezza nell'approccio generale.

Come primo lavoro non c'è male davvero: i Frozen Land non avranno inventato la ruota in ambito musicale, ma si lasciano ascoltare piacevolmente. Scommetto che parecchi amanti del power metal non mancheranno di seguire la loro carriera più che volentieri, sperando di vederli al più presto anche live

8/10
Margherita Realmonte (Meg) 

LINE-UP
Tony Meloni - Vocals
Tuomas Hirvonen - Guitars
Aki Kuokkanen - Drums
Lauri Muttilainen - Keyboards

Juhana Heinonen - Bass

https://www.facebook.com/Frozenlandband