venerdì 10 agosto 2018

June 1974 - Nemesi

"Nemesi"
Release Date: on 1st June 2018

Country: Italy

Genre: rock

Tracklist:
1.”Sognando Klimt” featuring Gionata Mirai (Il Teatro Degli Orrori)
2.”Inoubliable” featuring Tommy Talamanca (Sadist)
3.”Narciso” featuring John Cordoni (Necromass)
4.”Home” featuring Francesco Conte (Klimt 1918)
5.”Panorama” featuring Andy LaRocque (King Diamond)/Tommy Talamanca(Sadist)
6.”Nothing Man” featuring Jørgen Munkeby (Shining/Ihsahn)
7.”Death Note” featuring Patrick Mameli (Pestilence)
8.”Arcadia” featuring Paul Masvidal (Cynic/Death)
9.”Creed” featuring James Murphy (Obituary/Death/Testament/Cancer/Gorguts)
10.”Beloved” featuring Francesco Sosto (The Foreshadowing)

Quando ancora l’afa non aveva annebbiato le nostre menti, usciva la nuova sfida musicale di Federico Romano, sotto il nome di June 1974. Un progetto strumentale complesso, che ha visto la partecipazione di molti artisti anche internazionali, dal titolo Nemesi.

Fin dalla prima traccia è subito chiaro quanto l’approccio a questo album sia piuttosto intricato e difficilmente classificabile. Consapevole del peso che porta, Nemesi è comunque un disco diretto, che passa rapidamente dagli scintillii prog rock a riff taglienti e sincopati che legalizzano l’abuso dell'heavy metal.

Sferzate frenetiche di chitarra annebbiano un timido sfogo elettronico che avrebbe stemperato l’atmosfera ed arricchito le tracce di inebrianti sfumature post rock. Ogni traccia viene sorretta da una batteria incapace di tenere a freno i bollenti spiriti, quasi a voler costringere tutti a perpetrare la propria “causa”.

Nemesi ha cercato di superare il limite umano facendoci naufragare in un abisso di suoni senza fine; da parte nostra, non possiamo che sottometterci a tutto ciò e comprederlo.

7/10
Michela (Anesthesia)


SOULFLY – svelano i dettagli del nuovo album e il primo singolo!

 

Le icone del metal SOULFLY pubblicheranno il loro devastante nuovo album “Ritual” il 19 ottobre su Nuclear Blast. Oggi viene presentato anche il primo singolo 'Evil Empowered'.


Il chitarrista / cantante Max Cavalera commenta:
Sono felicissimo di avere di nuovo lavorato con due dei miei artisti preferiti, Eliran Kantor e Marcelo Vasco! L’artwork di ‘Ritual’ è davvero mistico e cattura perfettamente le sensazioni del disco.  Abbiamo cercato di conservare il groove dei primi SOULFLY oltre che il mio amore per le cose pesanti e veloci, come il death, il black metal e un po’ di hardcore. Lavorare con Josh Wilbur è stato straordinario. È un grande fan e ha aggiunto molto al disco. Lottavo per avere canzoni veloci, ma lui mi ha spinto ad aggiungervi più groove. Alla fine abbiamo creato un bel mix di canzoni che coprono tutta la mia carriera. Che il Rituale abbia inizio!”.

IMPERIAL DOMAIN released critically acclaimed third album 'The Deluge', new music video online!


Swedish melodic death metal band IMPERIAL DOMAIN released their long-awaited 
third studio album 'The Deluge' today August 10th via Inverse Records. It's been 15 years since their previous album 'The Ordeal' was released.


Vocalist Andreas Öman comments:
"We are very happy to announce the release of the third album ‘The Deluge’. Along with the album we release this new video for the song ’The Future Is Lost’,
which is the third track on the album. This is one of my favorite songs and is the first song I recorded for the album and for Imperial Domain, so It’s a special song to me"

IMPERIUM DEKADENZ - Signs With Napalm Records!

Horaz and Vespasian, welcome to the Napalm Family!

IMPERIUM DEKADENZ find their very own way between old school Black Metal and atmospheric Post Black Metal. They’ve created a stand-alone sound over their last five albums and their last release, Dis Manibvs, lifted them up to the top of the German Black Metal Scene.
Founded in 2004, IMPERIUM DEKADENZ proved that their origin, the Black Forrest is the perfect source of inspiration for Black Metal. If you close your eyes while listening to their music, you can almost see yourself on a journey through these dark woody mountains in the South of Germany. We are very happy that this journey will continue onward with Napalm Records!

giovedì 9 agosto 2018

MANTAR – pubblicano dei brevi estratti delle canzoni del prossimo album


La mostruosa chimera black/doom/punk MANTAR ha pubblicato un video con brevi estratti delle canzoni tratte dal prossimo album “The Modern Art Of Setting Ablaze”, in uscita il 24 agosto su Nuclear Blast. 


L’album e il merchandise sono già disponibili in pre-ordine QUI

The Modern Art Of Setting Ablaze” è un titolo che rispecchia la simbolica ossessione dei MANTAR per il fuoco, già espressa nei precedenti lavori. Questa volta viene ripudiata la tendenza dell’umanità a seguire ciecamente coloro che vorrebbero trascinarci nell’oblio. Non si tratta necessariamente di una dichiarazione politica, ma più che altro di una morbosa fascinazione per le attuali tensioni che covano, minacciando di incendiare le menti delle masse.

BLEEDING GODS – annunciano la nuova bassista Yessica Otten


La band Epic Death/Black Metal olandese BLEEDING GODS annuncia con piacere di avere trovato la sua nuova 'Metal Queen'. Da oggi Yessica Otten è la nuova bassista.

Yessica dichiara:
"Conoscevo i BLEEDING GODS da tempo. Sono un’affascinante combinazione di persone differenti e musicisti eccezionali. Sono onorata di essere stata invitata a fare parte dei BLEEDING GODS e non potrei esserne più entusiasta di così. Non vedo l’ora di essere coinvolta nel futuro della band e di incontrarvi on the road!".

La band ha già iniziato le prove con Yessica per i prossimi concerti e sta componendo il successore di “Dodekathlon”.

“Dodekathlon” è acquistabile QUI 

L’album è stato registrato al Pitch Note Productions e all’Hal 5 Studio; mixaggio e masterizzazione si sono tenuti al Soundlodge Studio. L’artwork è stato realizzato da Dimitris Tzortzis di Immensa Artis.

www.bleedinggods.net
www.facebook.com/bleedinggods
www.nuclearblast.de/suche/bleedinggods

SKALMÖLD - Release Sorgir On October 12th Via Napalm Records

[Photo Credit: Gupbi Hannesson]

That’s The Viking Spirit!
The Icelandic Viking Metal Heroes SKÁLMÖLD strike back with their 5th full length album Sorgir. The album title (eng.: sorrows) gives the headline for this concept album that is divided in two parts: The first four songs tell four short stories about tragedies and death. It is called Sagnir (tales). The second chapter called Svipir (ghosts) thickens the plot by telling the same four stories from a different perspective.
Sorgir is a dark, cold and tragic album dealing with Icelandic myths of superstition, shadows, spectre and despair. Look elsewhere for something light, warm and comforting! Soaring melodies, folk elements and harsh outbursts remind of the chilly beauty of SKÁLMÖLD`s home country – Iceland, the eternal and awe-inspiring source of inspiration for neckbreakers such as "Gangari" and the gripping epic "Mara."

The tracklist reads as follows:
Ljósið
Sverðið
Brúnin
Barnið
Skotta
Gangári
Móri
Mara
Sorgir is available in the following formats:

Il gruppo Heavy Doom Metal Epico, BLACK LOTUS, pubblica il suo album in ottobre, il primo singolo è già disponibile!


Il gruppo Heavy doom metal Epico di Barcellona, BLACK LOTUS, lancia il primo singolo del loro prossimo album “Sons of Saturn”. L’album uscirà il 19 ottobre 2018 con Inverse Records.


mercoledì 8 agosto 2018

LOIMANN SIGNS WITH ARGONAUTA RECORDS - NEW ALBUM COMING NOVEMBER 2018!


Italian Post Doom metallers LOIMANN have inked a worldwide deal with ARGONAUTA RECORDS in support of their upcoming third studio album! 'A Voluntary Lack of Wisdom' is set to be released on November 9th 2018.

Formed in 2001 under the major influences of desert rock bands alike Kyuss, Fu Manchu or Monster Magnet, LOIMANN's sound evolved over the years for a more doom and heavy psych approach. Recorded at O.F.F. Studios in Torino during the summer of 2017 with Paul Beauchamp and Salvo Arico (Marmore/Khoy), the band's new work partially changes the direction compared to the previous records, with a more direct and easy listening sound while never losing their heaviness.

The Songs are shorter, more “in your face” (no keyboards at all this time) and with less complex songwriting“ the band explains. „On the other side we think we managed to obtain a more extreme result, with more growls and screams, concerning vocal parts and blackened post-core breaks coming out from doom/sludge riffs and atmospheres. The lyrics are centered on how human race is slowly approaching its extinction thanks to wars, pollution and thanks to how many human beings are becoming sort of involute individuals, thanks to the predominance internet has in their lives.“ LOIMANN continues: "We've heard and seen a lot about Argonauta Records during these past years, and we thought they could be an ideal new starting point for us. Then we met Gero and we immediately understood we are on the same level regarding many themes and musical tastes".


The track list of 'A Voluntary Lack of Wisdom' will read as follows:
1. INTRO – SLAUGHTERHOUSE n°5
2. I OWN THE RIGHT TO TEAR ME APART
3. FOR THOSE ABOUT TO SINK
4. LIVING IN FEAR OF DEATH, DYING IN FEAR OF LIFE
5. MASS REDEEMER
6. MORAL DISMEMBERMENT
7. V.I.T.R.I.O.L. (Vacuity. Ignites. Tremendous. Riot. Inside. Our. Lives.)
8. THEY LIVE
9. OUTRO  - No Prayer for the Living





Set for a release on November 9th 2018 on Argonauta Records, the presale will be available soon with many more news and album tunes to come!


DOWNFALL OF GAIA to hit the studio and work on new full-length album!

*Scroll down for German version*

Downfall of Gaia just entered the studio to work on the successor of their 2016 album “Atrophy”! The yet untitled fifth studio album will be recorded at Hidden Planet Studio in Berlin with Jan Oberg and at Backroom Studios New Jersey with Kevin Antreassian (Dillinger Escape Plan). This time around, mix and master will come by V. Santura (Triptykon/Dark Fortress)! The band is aiming for a release in early 2019. Stay tuned for more news coming soon!

Downfall of Gaia comments: “We couldn't be more satisfied to have all of these talented people on board for our next release! Looking forward to share some new piece of music with you very soon.”

Tour dates:
24.08. (AT) Kaltenbach Open Air
21.09. (JP) Osaka - Shovel w/Der Weg einer Freiheit
22.09. (JP) Tokyo - Space Odd w/Der Weg einer Freiheit
05.10. (DE) Way Of Darkness Festival
06.10. (DE) Metal Inferno Festival


DOWNFALL OF GAIA is:
Dominik Goncalves dos Reis – vocals/guitars
Anton Lisovoj – vocals/bass
Marco Mazzola - guitars
Michael Kadnar - drums

martedì 7 agosto 2018

ORPHAN SKIN DISEASES - Dreamy Reflections

"Dreamy Reflections"

Release Date: on 13 July 2018


Genre: Metal/Alternative Rock

Country: Italy

Track List:
01. Into A Sick Mind
02. Flyin’ Soul
03. The Storm
04. Rapriest (Stolen Innocence)
05. Do You Like This?
06. As A Butterfly Grub
07. Awake
08. Leave A Light On
09. Sorrow & Chain
10. The Wall Of Stone
11. Waves
12. Just One More Day – She Was (Intro)
13. Just One More Day – Fatherend
14. Just One More Day – She Was (Outro)

Non c’è niente di male ad ammettere la propria appartenenza ad un genere, soprattutto quando si tratta di metal.
Ecco perché oggi parleremo di artisti, gli ORPHAN SKIN DISEASES (No Remorse, ex Sabotage, ex Creation per citarne alcuni), che hanno voluto buttare la loro trentennale esperienza in un progetto che possa adattarsi a qualunque stile e band abbiate nel cuore, nella forma meno convenzionale possibile.
  
Dreamy Reflections inizia con una progressione di accordi che riflettono la straordinaria intensità del thrash metal e la grande versatilità del metal classico, della scuola NWOBHM, nei virtuosismi di chitarra che coinvolgono le due voci di Di Caro e Bongianni in duetti da cardiopalma. 
Ammiccanti riflessi hardcore punk giocano con la spavalderia del rock made in Italy concedendo il fianco solo a qualche passaggio melodico più ruffiano e vintage.

Il disco è pura adrenalina,  "The Storm", "Awake" e "Just One More Day" (nelle tre versioni) fra i brani più intensi, dove la sottile linea rossa prog-thrash ne identifica la propria natura tagliente ed oscura.
Le cavalcate pirotecniche power e la potenza ritmica impiegata, completano un lavoro di originalità e professionalità davvero encomiabili.

Quando l'età non conta...ma è fondamentale!

8/10
Michela (Anesthesia)

Line Up:
Gabriele Di Caro: Lead Vocals
Dimitri Bongianni: Lead & Backing Vocals
David Bongianni: Guitar & Backing Vocals
Juri Costantino: Bass & Backing Vocals
Massimiliano Becagli: Drums

giovedì 2 agosto 2018

BEHEMOTH pubblicano il singolo 'God = Dog' e svelano i dettagli del nuovo album 'I Loved You At Your Darkest'. Annunciato il tour europeo


BEHEMOTH pubblicano il singolo 'God = Dog' e svelano i dettagli del nuovo album 'I Loved You At Your Darkest'. Annunciato il tour europeo con AT THE GATES & WOLVES IN THE THRONE ROOM

Non potrebbe essere più blasfemo di così”, ecco come il mastermind dei BEHEMOTH mastermind Nergal definisce il titolo dell’undicesimo album in studio “I Loved You At Your Darkest”, in uscita il 5 ottobre su Nuclear Blast (Europa) / Metal Blade Records (Nord America). Anche se potrebbe stridere un po’ per una band black metal — soprattutto se il precedente album si intitolava “The Satanist”— la sua origine sorprenderà più delle parole stesse. “È un versetto della Bibbia”, svela Nergal. “È una frase di Gesù Cristo stesso. Per i BEHEMOTH utilizzarlo alla base del proprio disco è un sacrilegio portato all’estremo”.

Una schiacciante salva di maestosità black metal piena di riff infernali, cannonate di tamburi tonanti e cori liturgici in ascesa che ricordano il classico cinema horror. "’I Loved You At Your Darkest’ è un disco più dinamico. È estremo e radicale da un lato, ma è anche più orientato al rock rispetto a qualsiasi altro lavoro dei BEHEMOTH".

WOLFHEART - To Release Constellation Of The Black Light On September 28th Via Napalm Records

[photo by Mike Sirèn]

Raw Finnish Coldness with beauty of northern lights and crushing force of winter!
The Wolves strike back with their long awaited 4th full length studio album Constellation Of The Black Light which will be released on September 28th via Napalm Records.
WOLFHEART’s music embraces the sheer force and beauty of Finnish nature with fiery passion. After the success of their first three albums that all hit the Top 10 in the Finnish album charts, among them their last album Tyhjyys that charted in Switzerland as well, the time has come to unleash the next masterpiece of raw Winter Metal! Constellation Of The Black Light comes with seven tracks that dive headfirst into Black Metal, Nordic Death Metal, soaring melodies and complex arrangements.

The band on the new album:
"Determination and perseverance were the key points in the making this album while conquering obstacle after obstacle during the process of recordings while coldness and beauty of winter were the themes where the music was born. This is definitely a triumph in Wolfheart career and one of the biggest battles won in my personal career. I could not be more satisfied with the result and with new label and management behind us we are headstrong to stay in the bath of victories."

Pre-Order Constellation Of The Black Light HERE!

Line Up:
Tuomas Saukkonen: Guitar, Vocals
Mika Lammassaari: Lead guitar
Joonas Kauppinen: Drums
Lauri Silvonen: Bass, backing vocals


KOMATSU PREMIERE BRAND NEW MUSIC VIDEO!


Hailing from Eindhoven-rock city, Netherland's Stoner and Sludge Metal rockers KOMATSU have just recently unveiled first details about their upcoming and 3rd studio album titled 'A New Horizon'! Set to be released on September 7th 2018 with Argonauta Records, KOMATSU once again unleash an exciting mixture of the Sludge, Stoner Rock and Metal while setting stones for a new horizon indeed. Recorded at The Void Studio with producer Pieter Kloos in early 2018, 'A New Horizon' features 10 blistering songs that combine all that is heavy while staying true to the band's very own sound. Now KOMATSU give a first glimpse on their upcoming and hotly anticipated record, and premiere a brand new video to the album title track 'A New Horizon'. Watch the full video right HERE!

Says the band: „For A New Horizon we wanted a clip that tells the story of the lyics in a scify setting.The song has a revolutionairy feel. People free themselves from rules and laws they leave the madness behind on earth in search of a new world and a new horizon. The clip for new horizon was made by Joost Nevels and he did an exellent job! So ...are you in or are you out?

CONVICTION REVEAL ALBUM DETAILS! Debut Album Coming November 9th 2018 On Argonauta Records!


French Doom Metal band CONVICTION have unveiled first and hotly anticipated details about their self-titled debut album, set for a release on November 9th 2018 with Argonauta Records!

Rising up from the mind of Olivier Verron (more known in the international Metal Scene under the alias of Amduscias, leader of the French Black Metal band TEMPLE OF BAAL), CONVICTION was formed in November 2013, when the first demo was composed and recorded… In only 11 hours. CONVICTION’s first release introducing a pure traditional Doom band influenced by SAINT VITUS, PENTAGRAM, COUNT RAVEN or early CATHEDRAL, was very well received within the Underground. After the release of their second digital single 'Outworn', CONVICTION was joined by guitar player Frédéric Patte-Brasseur (ATARAXIE, FUNERALIUM), bass player Vincent Buisson (MOURNING DAWN) and drummer Rachid “Teepee” Trabelsi (MOONSKIN, CORROSIVE ELEMENTS).

mercoledì 1 agosto 2018

SMOKE THE SKY - The Human Maze

"The Human Maze"

Release Date: 13 July 2018 

Genre: Groove rock metal

Country: Germany

Tracklist:
01. Avoid the Void
02. Mephisto
03. Skysuckers, Inc.
04. The Engineers
05. It‘s Human
06. Raw is the Law
07. Frankinsmoke
08. Iron Sun
09. Mr. Chaos
10. The Night
11. Time to Die Again

Li avevamo intravisti nel 2012 con il debutto “Leave This World Loud”, ma da allora non si erano più avute notizie.

Oggi i tedeschi Smoke The Sky tornano a farparlare di sé con un disco che vorrebbe unire il thrash metal di scuola californiana con quello più tecnico ed audace dei Prong. In parte il quartetto ci è riuscito, soprattutto grazie alla poliedricità di suono ed all'ottima creatività del gruppo.
The Human Maze appartiene a quel genere di dischi spesso sottovalutati o dimenticati solo perché prima di loro ce ne sono stati altri di importanza superiore, ma la sua qualità è tutta racchiusa in queste undici tracce capaci di liberarsi dei fantasmi del passato pur richiamandone ogni influenza. 

Il disco si apre con l'accattivante "Avoid the Void", un interessante connubio heavy metal e sgargianti sfumature blues che fa da apripista ad altrettanti ottimi brani come "The Engineers" e "It‘s Human", retaggi di un hard rock anni '70 alla Twisted Sister.

Riverberi del sud fanno da cornice alle splendide "Iron Sun" e "The Night", dove lo stoner rock prende la scena in un mix di voci ringhianti e ben armonizzate.

La panteriana "Time To Die Again" porta all'amplesso finale, lasciando un po’di amaro in bocca per la voracità con la quale è stato consumato ma anche con quel senso di appagamento  di chi sicuramente tornerà ancora a bussare alla loro porta.

7.5/10
Michela (Anesthesia)

Line Up:
Kris - Vocals & Bass
Mr. Mo - Guitars, Backing Vocals
Konst - Guitars, Backing Vocals
Mikk - Drums

FARMER BOYS - nuovo album e trailer del tour + annunciano il primo singolo "Revolt"


Con l'uscita del primo singolo "You And Me", i FARMER BOYS hanno segnato il loro sensazionale ritorno. Oltre alle apparizioni già annunciate della band al Summer Breeze e Turock Open Air, i FARMER BOYS suoneranno undici show da headliner in Germania dal 26 Novembre al 15 Dicembre. 


Dopo l'acclamatissimo ritorno live e diversi show sold out, la band è pronta a proporre nuova musica. Prima di svelare il nuovo album "Born Again" il 2 Novembre, il primo singolo "Revolt" uscirà il 24 Agosto.

lunedì 30 luglio 2018

ELVENSTORM - The Conjuring

"The Conjuring"

Release Date: on July 13, 2018


Label: Massacre Records

Country: France

Genre: Heavy Metal

Tracklist
1. The Conjuring
2. Blood Lust
3. Ritual Of Summoning
4. Into The Night
5. Devil Within
6. Chaos From Beyond
7. Stellar Descension
8. Evil's Dawn
9. Cross Of Damnation
10. Dawn Of Destruction


I francesi Elvenstorm, giunti al decimo anni di attività, nei primi giorni di luglio, battezzano tra rituali occulti il loro quarto lavoro, in uscita per Massacre Records, intitolato The Conjuring, come il famoso film omonimo. Anche il tema dell'evocazione demoniaca è lo stesso, in un concept di 10 tracce, molto avvincenti, che seguono un percorso verso la dannazione eterna segnato da chitarre travolgenti e una sezione ritmica davvero di ottimo livello. Le influenze dell' heavy metal teutonico anni 80'- 90' sono innegabili, ma la band d'oltralpe riesce comunque a lasciare un suo marchio.

La prima traccia, la title track, dura pochissimo ed è proprio un' evocazione demoniaca in piena regola, recitata sulla base musicale di un organo che ricorda un po' l'inquietante motivetto targato Goblins di Profondo Rosso; proprio la sete di sangue ci spinge verso la seconda traccia, stavolta cantata, dalla quale già si comincia a poter apprezzare sia l'estensione vocale di Laura Lombardi, sia la maestria dei musicisti, Michaël Hellström alle sei corde, Benoit Lecuona al basso e Antoine Bussière alle percussioni.
La terza track è riferita al rituale dell'evocazione ed è particolarmente pregevole per le percussioni potenti, veloci, precise, chirurgiche, ben corroborate dall'ottima linea melodica delle chitarre, caratteristica che è facilmente riscontrabile anche nei pezzi successivi, nei quali, complice il buio della notte, la possessione demoniaca si manifesta in tutta la sua devastante potenza. Stellar Descension è una track strumentale ben equilibrata, che lascia spazio ai virtuosismi tecnici degli strumentisti. Dopo l'infervorata Evil's Dawn è la volta di Cross Of Damnation, che vanta una splendida intro di arpeggi di chitarre e una buona parte esclusivamente strumentale. L'alba della distruzione è alle porte e chiude questo rituale occulto con una potenza che, anziché diminuire, è un continuo crescendo, tanto che sono pronta a scommettere su Dawn Of Destruction come uno dei pezzi che live darà vita a un pogo sfrenato.

Per gli appassionati del genere, The Conjuring è un album godibile, equilibrato, della giusta durata e con un numero di tracce non dispersivo. La voce, sulle tonalità più alte, non è sempre pura e cristallina, “scivola” un po' e a volte stride, forse anche appositamente, ma riesce comunque a sposarsi gradevolmente con gli altri strumenti. Questa è una band che, a quanto pare, rende molto anche dal vivo, quindi, se capita in qualche festival metal, io un salto ce lo farei...

7/10
Margherita Realmonte (Meg) 

LINE-UP
Laura Lombard F. - Vocals
Michaël Hellström - Guitars
Benoit Lecuona - Bass

Antoine Bussière - Drums

https://www.facebook.com/Elvenstorm
https://www.youtube.com/user/ElvenstormOfficial

https://spoti.fi/2sd9w6V

MaYaN - iniziano i pre-ordini di "Dhyana" e svelano il primo singolo!


Il 21 Settembre, il collettivo death metal sinfonico MaYaN illuminerà il vostro spirito con il suo nuovo epico album "Dhyana". Per questo prodigioso terzo capolavoro, i 10 membri internazionali hanno raccolto oltre €40.000 attraverso una campagna crowdfunding e hanno ingaggiato The City Of Prague Philharmonic Orchestra, nota per la propria partecipazione a colonne sonore cinematografiche come la saga di Star Wars, Hannibal e molte altre. Il nuovo full-length riflette temi concettuali quali la coscienza di sé, rinunciare al proprio ego e alla tendenza di essere arroganti per scoprire chi si è davvero.


Il mastermind Mark Jansen afferma:
"'The Rhythm of Freedom' fa riferimento alla sensazione di vera libertà che provi quando vai in bicicletta. E' anche collegata al titolo dell'album, "Dhyana", che sta a significare il momento dove la mente viene assorbita dal cuore e permette di provare una felicità totale, senza preoccupazioni verso il passato o il futuro. Ma la mente, come un predatore, è sempre in attesa di riprendere il controllo.

Abbiamo scelto questa canzone come primo singolo perché è la prima impressione che la gente potrà avere del nuovo album dei MaYaN. In essa si possono sentire i suoni dinamici della nostra musica, uniti alla City of Prague Philharmonic Orchestra con la quale abbiamo registrato questo album. Aspettatevi una canzone pesante, ma melodica. Godetevela!"

Potete scegliere il formato che preferite seguendo questo LINK

Salva l'album in anteprima su Spotify
Scarica o ascolta in streaming 'The Rhythm of Freedom' QUI

La line-up attuale dei MaYaN è la seguente:
Mark Jansen, George Oosthoek | grunts
Henning Basse, Adam Denlinger | voce pulita maschile
Laura Macrì, Marcela Bovio | voce pulita femminile
Jack Driessen | synth, arrangiamenti orchestrali
Frank Schiphorst, Merel Bechtold/Arjan Rijnen/Jord Otto | chitarra
Roel Käller | basso
Ariën van Weesenbeek | batteria

FVZZ POPVLI REVEAL ALBUM DETAILS! New Album MAGNA FVZZ Coming October on Heavy Psych Sounds!


Heavy Psych Sounds Records & Booking is proud to unveil details and artwork of
FVZZ POPVLI's new album MAGNA FVZZ!

One year after their rough, lo-fi and rude debut album "Fvzz Dei", Rome-based FVZZ POPVLI have unveiled first details about their second and hotly anticipated album titled "Magna Fvzz“, in latin the Great Fuzz, set to be released October 5th 2018 with Heavy Psych Sounds!
Their new album features 7 killer tracks between the 60's and 70's psychedelic rock to the 90's Heavy Psych, the record sounds so bright and clear with a typical warm rock'n'roll sound and obviously tons and tons of fuzz! The last homonym track is featuring Bazu on the Synths, from mighty acid rockers Giöbia. Highly recomended for fans of The Stooges, Black Sabbath and Hawkwind!

venerdì 27 luglio 2018

RATBREED - Evoke The Blaze

“Evoke The Blaze”
Release Date: July 13th 2018


Genre: Heavy Metal

Country: Finland

Tracklist:
1. Escape From The Asylum
2. Hunting High Reaping Low
3. Decay Of The Mind
4. Blaze From Below
5. Gates Of Underworld
6. Unhallowed Sleep
7. Mad World
8. Through The Flames
9. I Rule The Ruins


Dalla fredda Finlandia arrivano i Ratbreed, quintetto attivo dal 2015 ed all’esordio su lunga distanza. Contrariamente a quanto è solito arrivarci da quelle terre (power, symphonic, death metal) i Ratbreed eseguono un heavy metal classico fortemente radicato negli anni 80, con qualche escursione nello speed metal e con Judas Priest e Riot (periodo Thundersteel) come punti di riferimento.

Evoke The Blaze propone 8 brani (più una cover di “I Rule The Ruins” dei Warlock) di qualità altalenante,
ben strutturati e ben prodotti, ma penalizzati dalle prestazioni della cantante Jasmin Anglem, la cui voce non sembra adatta al genere, ben lontana dalla potenza di Doro Pesch o di Jutta Weinhold.
Il lavoro parte benissimo con “Escape From The Asylum” e “Hunting High Reaping Low”,  due brani carichi di energia e con ottimi chorus, in cui l’influenza di Mark Reale e compagni è evidente. I due chitarristi sfoderano buone parti soliste in “Blaze From Below” e “Gates Of Underworld”, che riscattano un uso di riffs che a volte sanno di già sentito. Meno convincenti le piatte “Mad World” e “Unhallowed Sleep”, in cui le lacune della cantante escono impietosamente allo scoperto, mentre nella citata cover di “I Rule The Ruins” il confronto con Doro è davvero improponibile.

Un lavoro da promuovere con riserva quindi, in cui il potenziale dei Ratbreed è espresso solo in parte. Considerata la giovane età dei musicisti (a parte il più “maturo” Mikko Kaipanen) ci sono comunque ampi margini per un miglioramento che speriamo di ascoltare nel prossimo lavoro.

6,5/10
Andrea

line-up:
Jasmin Anglem – vocals
Markus Taipale – guitar
Mikko Kaipainen – guitar
Lauri Palmunen – bass
Mikko Toivonen – drums