martedì 11 dicembre 2018

The Dahmers - Down In The Basement

"Down In The Basement"

Release date26 October 2018

Label: Lövely Records 

Country: Swedish

Genre: punk rock 'n' roll

Tracklist:
1. Blood On My Hands
2. Murder Ride
3. Street Of The Dead
4. Down On My Knees
5. The Ripper
6. Hit ‘n’ Run
7. Howling
8. I Spit On Your Grave
9. Demon Night
10. Creepiest Creep
11. Reoccurring Dreams
12. Without A Face
13. Kiss Of Dario
14. Man Obsessed
15. No One
16. Social Fools
17. November
18. The End

I Dahmers prendono il loro nome dal famigerato “cannibale di Malwaukee”, sono svedesi e con questo Down In The Basement ci propongono 46 minuti di energico punk rock ’n’ roll di scuola americana.
I gruppi che maggiormente hanno influenzato questi pazzi scandinavi sono MC5, Ramones e The Dictators, ma c’è da dire che queste 18 songs sono molto varie e ci si può trovare un po’ di tutto, dal sixties pop al garage revival al power pop californiano di fine anni 70 e anche qualche inclinazione psichedelica.

L’album scorre piacevole, i ritmi sono sempre sostenuti e con brani come “Blood On My Hands”, l’inarrestabile “Murder Ride” o la festaiola “The Ripper” è davvero impossibile restare fermi. I Dahmers sono poi abili a costruire melodie accantivanti e un po’ zuccherose, come in “Street Of The Dead”, “Creepiest Creep”  o nel delizioso pop di “Howling”. L’attitudine horror esce allo scoperto in titoli come “I Spit On Your Grave” garage punk sporcato da qualche effettaccio e nello strambo strumentale “The End”, degno di un film di Vincent Price, mentre “Kiss Of Dario” o “Man Obsessed” non starebbero male su un vinile dei Knack.

Un bel mix di generi, che però convivono alla perfezione in un album fresco e frizzante come una bibita ghiacciata!

7,5/10
Andrea


lunedì 10 dicembre 2018

AVANTASIA - nuova data di pubblicazione + svelano i formati e il primo trailer + iniziano i pre-ordini


Tobias Sammet ha recentemente annunciato la pubblicazione del nuovo album degli AVANTASIA, "Moonglow" il 15 Febbraio, 2019 su Nuclear Blast.


La band ha anche dato inizio ai pre-ordini e svelato i formati in cui "Moonglow" verrà pubblicato:
- CD
- Digibook (36 pagine)
- 2CD-Artbook (64 pagine)
- 2LP (diversi colori) in gatefold
- BOX (Digibook + CD in Sleeve + 2LP (ice blue + dark blue marble) in gatefold + bonus 10" (black) im sleeve + photo card autografate + attestato + poster) * esclusiva del Mailorder NB

I pre-ordini sono disponibili QUI

venerdì 7 dicembre 2018

Revolutio - Vagrant

"Vagrant"

Release Date: November 9th 2018


Genre: Post Apocalyptic Thrash Metal

Country: Italy

Tracklist:
1. Aftermath
2. Meek and the Bold
3. What Breaks Inside
4. The Oracle
5. Ozymandias
6. Eclipse
7. Silver Dawn
8. Requiem
9. Daydream
10. The Great Silence

I bolognesi Revolutio, dopo aver recentemente firmato per l’etichetta finlandese Inverse Records, cercano di districarsi nel distopico mondo post apocalittico del metal, con un album ricco di contenuti.

Vagrant si presenta subito preciso ed ordinato dal punto di vista tecnico e stilistico. Molti brani virano verso composizioni progressive, incentrate per buona parte su riff dinamici e sovrapposti, che richiamano il groove e l’anima sperimentale dei Meshuggah e che tanto piacciono anche al pubblico di appassionati dei Gojira.
Maurizio Di Timoteo si rivela un ottimo vocalist, perfetto per le atmosfere post apocalittiche che richiamano i cult movie alla Blade Runner e Mad Max, mentre le fusion di chitarra e gli assoli di batteria conferito al disco quell'anima malata e schizofrenica che sembra volersi liberare da certi cliché.

Un disco mutevole, che ha sicuramente i suoi difetti, che non ne deturpano la bellezza ma  bensì ne alimenteranno quella piacevole sensazione di attesa per il futuro di questa band.

Camaleontico.

7.5/10
Michela (Anesthesia)

Line-up
Maurizio Di Timoteo – Vocals
Luca Barbieri – Lead Guitars
Carlos Reyes Vergara – Rhythm Guitars
Francesco Querzè – Bass
Davide Pulito – Drums


VAREGO UNVEIL FIRST DETAILS ABOUT UPCOMING ALBUM! + Premiere Brand New Song!


Born in 2009 in Arenzano, Genova, after their previous and critically acclaimed full-lengths and a 2013- 'Blindness Of The Sun' EP, Italian heavy sludge rockers VAREGO return with their forthcoming album titled 'I Prophetic' in February 2019!

On their third album, the band will deliver eight new songs of unrelentless energy and fury, unceasing guitar riffing, yet built on progressive structures with a sort of cinematic touch and take us on their voivodian, atmospheric trip and a sound journey through space, dimensions, minds and avant-garde chaos. Today, the band is not only sharing a first glimpse while they have just unveiled the artwork, tracklist and release date with us, VAREGO have also just celebrated the premiere of a first track taken from 'I Prophetic', with DECIBEL MAGAZINE and METAL ITALIA!

Says the band: "We're so much excited to reveal the first details of our forthcoming album. This one represents for us a huge goal of our history, celebrating our first decade. This first single is the sum-up of our actual influences, that generate our particular sound made of heavy sonorities, progressive pursuits and Sludge drifts. "The Abstract Corpse" is the song that today represents VAREGO at its best, with its tempo changes, compelling vocal lines and guitars ridings, we could not be more happy!" 


The tracklist:
1. Origin
2. The Abstract Corpse
3. I Prophetic
4. Of Dust
5. Silent Giants
6. When the Wolves Howl
7. Duelist
8. Zodiac

Set for a release on February 15th 2019 with rising label Argonauta Records

VAREGO are:
Davide Marcenaro - Voice/Bass
Alberto Pozzo - Guitar
Gerolamo Lucisano - Guitar
Simon Lepore - Drums


CHURCH OF VOID: LIVE EP OUT NOW ON ARGONAUTA RECORDS!


Hailing from the barren wasteland of Finland, their relentless live activity put CHURCH OF VOID once and for all on the map as one of the biggest hopes in Scandinavian doom. Founded in 2010 by vocalist Magus Corvus and G. Funeral (Ex-Horna, Battlelore), the band’s first sign of life was the limited EP run 'Winter Is Coming'. After a 2013 LP, released by Finland´s own Svart Records, and a handful of split releases, CHURCH OF VOID have found a new home in Italy's powerhouse label Argonauta Records, who released the band's self-titled and critically acclaimed 2017 album. Drawing influences from the traditional doom such as Saint Vitus and Pentagram as well as grim rockers alike Mana Mana, The Birthday Party or Babylon Whores, CHURCH OF VOID blend their music into upbeat killers, slow-as-snail crushers and vintage hard rock. Today, the five-piece unit has released their 'Live In Europe' EP via Argonauta Records, it's out now on all digital platforms!

Says the band: „Through the years shows of Church of Void have been giving the audience entertainment mixed with confusion while sexual allure and the threat of violence have been hiding beneath. Always giving all we have, shows of CoV are never similar to each other. Now that we are focusing on our forthcoming material and thus playing just one exclusive festival gig in November, the Live in Europe - EP gives a small glimpse of Church of Void's live sound for those who haven't witness our live rites in the past. In the near future we will re-visit our hard-to-find back catalogue as well as producing a 3rd album. Hopefully as many as possible will be able to witness and feel us live as we're just about to enter yet another new stage of the band!“

The tracklist reads as follows:
1. Son Of A Witch
2. The Owls Are Listening
3. Entity Of Kalypso
4. The Hour Is Getting Late

To celebrate today's EP release, CHURCH OF VOID have just unveiled the live version for the track 'Son Of A Witch'! Doom into your weekend right here:



mercoledì 5 dicembre 2018

Alestorm + Skalmold live report


ALESTORM + SKALMOLD + SAILING TO NOWHERE
30-11-2018 Dagda Club Retorbido (PV)
Live Report by Andrea

Clamoroso sold-out al Dagda club per gli Alestorm, a conferma della crescente popolarità raggiunta dal quintetto scozzese negli ultimi anni. D’altra parte nulla è meglio dell’heavy metal caciarone, goliardico e “alcolico” degli Alestorm per scaldare un freddo venerdì sera di fine novembre.

Purtroppo causa impegni di lavoro giungiamo al Dagda in clamoroso ritardo, quando l’esibizione dei romani Sailing To Nowhere, che aprivano la serata, è ormai conclusa.
Ci godiamo invece gli Skalmold, esperta band islandese che finalmente inizia ad essere conosciuta anche alle nostre latitudini. Il loro viking metal dominato da cori possenti e da 3 chitarre è efficace anche in sede live, e il pubblico dimostra di apprezzare. Tra i brani eseguiti ci sono anche due estratti da “Sorgir”, quinto lavoro, publicato da poche settimane.
Infine, alle 22,30 circa, è il momento degli Alestorm. Si inizia con “Keelhauled”, seguita in rapida successione da “Alestorm” e “Magnetic North”. Il parterre, già surriscaldato, si scatena letteralmente e il sottoscritto (che non ha più il fisico per pogare…) è costretto a retrocedere di parecchi metri! 
Oltre ad un sound trascinante il quintetto scozzese ha una simpatia e una capacità di interagire con il pubblico davvero unica, siparietti comici e battute si sprecano, come quando Christopher Bowes, presentando “Bar Und Imbiss”, proclama “this song is about killing germans…”. Le songs si susseguono senza un attimo di sosta, tra anthems pirateschi e inni alcolici, e il culmine viene raggiunto con “Hangover”, in cui viene invitato sul palco un corpulento individuo (presumo un roadie) che, dopo essersi scolato due birre “di rigore” si schiaccia una lattina in fronte!
Il concerto si chiude con “Drink”, “Wolves Of The Sea” (con i suoi caratteristici cori pirateschi) e “Fucked With An Anchor”, il brano più folcloristico e goliardico del lotto.

Davvero una bella serata, complimenti alle bands, agli organizzatori e ai gestori del Dagda club!

Setlist:
Keelhauled
Alestorm
Magnetic North
Mexico 
Over The Seas
The Skunk’n Norwegian
No Grave But The Sea
Nancy The Tavern Wench
1741 (The Battle Of Cartagena)
Hangover
Pegleg Potion
Bar Und Imbiss
Captain Morgan’s Revenge
Shipwrecked
encores:
Drink
Wolves Of The Sea
Fucked With An Anchor


CRYSTAL LAKE - firmano per SharpTone, pubblicano il nuovo video, annunciano il nuovo album

CRYSTAL LAKE
- firmano per SharpTone
- pubblicano il nuovo video
- annunciano il nuovo album

La rock band giapponese CRYSTAL LAKE ha firmato un contratto con SharpTone Records e farà il suo debutto sull'etichetta con un nuovissimo album intitolato "Helix", che uscirà il 15 Febbraio. 

“Siamo molto felici di vedere il nostro nome nel roster di SharpTone Records in mezzo ad artisti di grande livello. Non vediamo l'ora di vedere quali opportunità il futuro insieme a loro ci porterà. Questo sarà un nuovo capitolo della nostra carriera. STAY HEAVY” - Crystal Lake

Il nuovo disco dei CRYSTAL LAKE coinciderà con il primo tour in nord america della band, con AUGUST BURNS RED, FIT FOR A KING e MISS MAY I. 

Il nuovo video del singolo 'Aeon', è disponibile qui: 


La band è attualmente in tour in Europa con i BURY TOMORROW.

CRYSTAL LAKE live 2019
28.06. NL Ysselstyn - Jera On Air
04.07. ES Viveiro - Resurrection Fest

Luca Turilli e Fabio Lione si riuniscono come TURILLI / LIONE RHAPSODY e lanciano una campagna di crowdfunding


I membri originari degli RHAPSODY, LUCA TURILLI e FABIO LIONE, uniscono nuovamente le forze per registrare un nuovo album a nome Turilli / Lione RHAPSODY. È la prima volta in otto anni che i due realizzano di nuovo della musica assieme. Fanno parte della line-up anche gli ex membri dei RHAPSODY Dominique Leurquin, Patrice Guers e Alex Holzwarth.

Nel 2017 Luca e Fabio hanno suonato dal vivo assieme nel RHAPSODY’s 20th Anniversary Farewell Tour che li ha visti portare sul palco i grandi classici dei RHAPSODY. Dopo la chiusura del loro capitolo RHAPSODY e lo scioglimento dei Luca Turilli’s RHAPSODY, i due amici si sono messi alla ricerca di un modo creativo, originale e innovativo per esprimere la loro visione artistica. Luca e Fabio hanno quindi iniziato a visualizzare la loro nuova collaborazione. Così hanno dato vita a una nuova generazione di symphonic metal, arricchito dagli elementi moderni delle produzioni musicali che amano così tanto. L’eccitazione per il loro progetto è cresciuta a tal punto, giorno dopo giorno, da spingerli a realizzare la loro visione sotto un nuovo e chiaro nome: “Turilli / Lione RHAPSODY”.

La band entrerà in studio quest’inverno per registrare il debutto. Per finanziare il disco è stata lanciata una campagna di crowdfunding

lunedì 3 dicembre 2018

Oberon - Aeon Chaser

"Aeon Chaser"

Release date: October 26, 2018


Genre: Gnostic Rock

CountryNorway

Track List:
OMEGA
WALK IN TWILIGHT
TO LIVE TO DIE
BLACK AURA
THE SECRET FIRE
WORLDS APART
LAINAKEA
SURRENDER
LOST SOULS
BROTHER OF THE ORDER
MAGUS OF THE DUNES


Nei meandri dell’ermetismo mentale di Bard Oberon, nasce il progetto Oberon, un artista criptico e complesso che unisce spiritualità gnostica alla volontà di esplorare il processo interiore del destino umano.

Brani come "Lost Souls" e "Walk In Twilight" creano elettrocuzioni oscure che si mescolando ai synth neo-folk creando così ombre inquietanti e malinconiche che attingono in pieno al rock di fine anni ottanta.
I testi trovano la propria dimora tra il neo classicismo della seconda metà del settecento e la tentacolare filosofia del rosacrocianesimo, un connubio tra intelletto e forza fisica ben disegnato dalle chitarre elettriche.
Tecnicamente "Aeon Chaser" è un disco che ha più l’urgenza di essere suonato che la pazienza di essere ascoltato, un inno alla consacrazione di un Dio superiore alla quale solo le vibrazioni della musica possono rapportarsi ed eventualmente sottoporsi.

Intenso oltre misura.

7/10
Michela (Anesthesia)


Bard Oberon: vocals, guitars, bass, keyboards, percussion
James F.: guitars
Jan Petter Sketting: guitars, percussion
Tory J. Raugstad: drums

Misery Index unveil cover artwork and announce European tour


MISERY INDEX have revealed the cover artwork and track list of their upcoming album 'Rituals of Power'! The new album is slated for release om March 08, 2019 via Season of Mist. 

The band comment on the album: "'Rituals of Power' is a disavowal and warning against the consequences of our so-called 'post-truth' age. Each of the 9 songs revolves loosely around this theme, yet each track also stands very much on its own. As an album however, they are all brought to life as one ‘reanimated’ monster; it’s roughly 35 minutes of unhinged, yet cohesive, riff-driven aural ballistics. We were pissed off and on fire during both the writing and recording, and we think it shows in spades. We set out to write the best album we could, based on what we would want to hear first as fans of this music, and we could not be happier."

Track-list
1. Universal Untruths (2:35)
2. Decline and Fall (4:36)
3. The Choir Invisible (4:26)
4. New Salem (3:24)
5. Hammering the Nails (3:46)
6. Rituals of Power (5:20)
7. They Always Come Back (5:08)
8. I Disavow (4:21)
9. Naysayer (2:26)

HIGH FIGHTER signs with ARGONAUTA RECORDS! New album coming in the Spring of 2019!

[Peter Kupfer Photography]

Hamburg-based Sludge and Stoner Metal unit HIGH FIGHTER have signed a worldwide deal with Italian label ARGONAUTA RECORDS. Currently putting together the final songwriting touches, the band's hotly anticipated second album will be released in the Spring of 2019!

Says Argonauta's CEO Gero Lucisano:
"Today I'm beyond stoked to welcome HIGH FIGHTER in the Argonauta family. I remember how their album "Scars & Crosses" has been on heavy rotation here in our head-quarters for many months, and still is an "evergreen" listening these days. Moreover, thanks to the fact they are an hard working band always on tour, I got the chance to see them on stage, where I saw a captivating band with an uncontrollable energy, top professional attitude and awareness of their own means. Speaking with the band, I immediately got we are both moved by the same type of enthusiasm and it'd be such a lack of synergy to not join forces for their new album, which I can already grant it will be totally massive!"


DOWNFALL OF GAIA unveil album details + premiere first single!

[ph: Florian Fassbinder]

DOWNFALL OF GAIA releases new album ‘Ethic Of Radical Finitude’ February 8th, 2019! First single ‘As Our Bones Break To The Dance’ launched! Pre-order live!

‘Ethic Of Radical Finitude’ is the international quartet’s most melodic, most structured and most dynamic release to date, once more building upon the epic and unique sludgy, crusty, exploratory metallic sound that has organically evolved with every release. “It combines elements from our earlier releases with the path we took on ‘Atrophy’ (2016),” states guitarist/vocalist Dominik Goncalves dos Reis. “There are long atmospheric parts with enough time to breathe, enough time to unfold, and on the other side there are harsh and melodic blastbeats. Each song is some kind of journey, with emotional ups and downs.”

Now surf over to www.metalblade.com/downfallofgaia where you can stream the first single ‘As Our Bones Break To The Dance’! Check out the pre-order bundles, ‘Ethic Of Radical Finitude’ is available in these formats:

-- Hardcover Digipak-CD
-- 180 g black vinyl
-- Dead gold marbeld vinyl (ltd. 300 – EU-exclusive)
-- Grey marbled vinyl (ltd. 200 – EU-exclusive)
-- Pic-LP (ltd. 200 – EU-exclusive)
-- White/Black split vinyl (ltd. 100 - Evil Greed exclusive)
-- Red/black marbled vinyl (ltd. 200 – US-exclusive)
-- Clear vinyl (ltd. 100 – US-exclusive)

THE 69 EYES augurano Buone Feste dallo studio e si preparano per il 30° anniversario della band!

 

I vampiri goth'n'roll di Helsinki THE 69 EYES sono attualmente impegnati negli ultimi ritocchi al loro dodicesimo album in studio previsto per la primavera 2019. Il disco ancora senza titolo è stato registrato con il produttore di lunga data Johnny Lee Michaels nella loro città natale.

Giusto in tempo per festeggiare il proprio 30° anniversario, il leggendario quintetto finlandese ha unito le proprie forze per forgiare un’altra pietra miliare, che vede la partecipazione di svariati ospiti di livello, con in aggiunta un DVD in cui non manca la tradizionale atmosfera di rock'n'roll gotico.
Un tour mondiale è attualmente in lavorazione e maggiori dettagli verranno svelati a breve, con ulteriori informazioni su come i THE 69 EYES trasformeranno il 2019 in un anno di festeggiamenti.

Il cantante Jyrki 69 nel frattempo invia i suoi auguri di Buone Feste ai fan, dichiarando: “Vogliamo festeggiare consegnando sangu… ehm musica fresca ai nostri fan! Ci prepariamo anche ad andare in tour per più anni, quindi aspettateci in Paesi e continenti da cui manchiamo da tempo…”.


Tutta la band augura Buone Feste dallo studio con il loro inno dello scorso Natale, 'Christmas In New York City'.



Il singolo può essere acquistato in digitale QUI

THE 69 EYES sono:
Jyrki 69 - voce
Bazie - chitarra, cori
Timo-Timo - chitarra
Archzie - basso, cori
Jussi 69 - batteria

venerdì 30 novembre 2018

OKKULTIST: Set to release debut album in early 2019 with Fernando Ribeiro's ALMA MATER RECORDS!


This band will reinvent evil! OKKULTIST, the new Portuguese Death Metal shooting stars, have completed the recordings for 'Reinventing Evil'. Their debut album will see the day of light in early 2019, through Fernando Ribeiro's (MOONSPELL) new record label ALMA MATER RECORDS! Says the Portuguese singer and label boss:

After listening to the rough mixes of what will become Reinventing Evil, I am more certain than ever that it was a very good move for Alma Mater Records to sign Okkultist and handle their debut album. They are the kind of band the Portuguese scene needs: talented, young, focused and just fucking brutal. Portuguese Death Metal has never sounded so exciting in my ears so we can’t wait to release this beast upon you and help you to reinvent evil together with this amazing Portuguese talent." 

The album is currently getting mixed by Tue Madsen (Meshuggah, Moonspell, The Haunted) and it was produced by Pedro Paixão (Moonspell's keyboard player and songwriter), recorded by Tiago Canadas at the Poison Apple Studios in Lisbon, Portugal. The band can't wait to share the evil result with the heavy music scene as anticipation grows for the young band while Fernando calls them "the most exciting Portuguese Death Metal ever". Time to reinvent evil and get Portuguese Death Metal under everyone's radar!

ACCEPT – Peter Baltes lascia la band


Il bassista e membro fondatore degli ACCEPT Peter Baltes lascia la band, dichiarando: "A tutti i fan degli ACCEPT. Annuncio l’abbandono del mio ruolo di bassista degli ACCEPT. Sono stato con la band fin dall’inizio e c’erano anche molti di voi. Vi ringrazio per i fantastici anni trascorsi assieme. Keep it metal”.

Il chitarrista e membro fondatore degli ACCEPT Wolf Hoffmann aggiunge: “Abbiamo trascorso quattro decadi assieme nella buona e nella cattiva sorte, tra alti e bassi e ricordo momenti incredibili sul palco. Bastava uno sguardo per capirci, sia dal punto di vista musicale che personale, il che è molto raro in questo mondo. Guardandomi indietro, amerò per sempre i primi anni spensierati, le innumerevoli ore che abbiamo passato a scrivere canzoni, a scherzare o a vagare per le città insieme quando eravamo in tour – semplicemente stando bene! Soprattutto questi ultimi dieci anni, dopo il revival degli ACCEPT, sono stati così divertenti e pieni di successo che ho pensato che avremmo continuato per sempre e saremmo salpati insieme verso il proverbiale tramonto - forse fino a quando uno di noi non sarebbe morto sul palco. Ma immagino di aver sbagliato, non era destino che fosse così. Vedere Peter uscire dagli ACCEPT adesso mi rattrista immensamente, ma non c'è niente che io possa fare se non augurargli ogni bene - sperando che questa sia la decisione giusta per lui e che trovi tutto quello che sta cercando... Mi mancherà sicuramente il mio fratello musicale! Una cosa è certa, tuttavia: gli ACCEPT continueranno a tutto spiano!".

OVERKILL - il nuovo album "The Wings Of War" / svelano copertina & tracklist


I leggendari thrasher del New Jersey OVERKILL pubblicheranno il loro diciannovesimo album, "The Wings Of War" il 22 Febbraio 2019 su Nuclear Blast.

Bobby "Blitz" Ellsworth commenta:
"E' stato uno sballo creare The Wings of War! E' qualcosa di vecchio che torna nuovo, dato che la nostra intesa è cambiata con l'entrata di Jason Bittner. Sono rimasto molto curioso sin dall'inizio, come avremmo funzionato? Credo che quello che abbiamo raggiunto siano gli Overkill in una forma nuova, aggiornata, che ha abbracciato questa nuova alchimia, portando le proprie radici nel presente. La nuova formula ha prodotto non solo più potenza, ma nuovi spazi per le melodie, una mossa vincente. La chiave non è solo essere interessati al cambiamento, ma farne parte. Vi dirò, è ancora divertentissimo fare dischi con gli Overkill."

"The Wings Of War" è stato registrato al Gear Recording Studio in New Jersey, SKH Studio in Florida e Jrod Productions con i tecnici DD e Dave. L'album è stato prodotto dalla band mentre Chris "Zeuss" Harris si è occupato del mixing e mastering. Travis Smith (NEVERMORE, OPETH, SOILWORK, DEATH…) è stato chiamato ancora una volta per la creazione dell'artwork della copertina.

La tracklist di The Wings Of War
1 Last Man Standing
2 Believe In The Fight
3 Head Of A Pin
4 Bat Shit Crazy
5 Distortion
6 A Mother's Prayer
7 Welcome To The Garden State
8 Where Few Dare To Walk
9 Out On The Road-Kill
10 Hole In My Soul

mercoledì 28 novembre 2018

RADIANT - Radiant

"Radiant"

Release Date: November 9, 2018


Country: Germany

Genre: hard Rock

Tracklist:
1. Yes I Am
2. I'm Alive
3. Silver Linings
4. You Rock
5. Dorian Gray
6. Forever One
7. Heroes
8. Liars
9. Not Worth After All
10. Paint The Grey
11. My Own Way
12. Should I Live With You
13.Life's Shadows
14. Hit The Night


La band  teutonica di Herbie Langhans (voce, chitarra e tastiere) Flo Gottsleben (chitarre) Carsten Stepanowicz (chitarra solista) Markus Beck (basso) e Manni Spalka (percussioni) approda al debut album, confezionando un signor Hard Rock, stile old school, senza troppi fronzoli. Il sound respira un'aria che rimanda all'aroma di eccellenze come Winery Dogs, Journey, 3 Doors Down e Whitesnake, tanto per intenderci. Il motto dei Radiant da quando si sono formati nel 2014 a oggi è: più rock, meno metal, più riff accattivanti e meno virtuosismi in velocità, tutti obiettivi pienamente raggiunti, anche perché l'album è stato concepito, scritto, arrangiato, provato e registrato dal combo nella sua interezza, caratteristica che ha contribuito a creare l'unicità del suono dei Radiant, band che può vantare l'imponenza e la versatilità delle corde vocali di un Herbie Langhans con un'esperienza targata Voodoo Circle e Avantasia alle spalle, nonché la potenza delle percussioni e la ricchezza degli assoli di chitarre e bassi alla Billy Sheehan.

La prima track ha intro, riffs e refrains che ricordano molto i Journey, il ritornello, facile da ricordare e canticchiare, resta in mente subito, certo i cori sono una figata inimitabile. Più martellante nei ritmi la traccia successiva, in cui la chitarra solista a un certo punto la fa da padrona e ha parecchio da dire; tastiere e riffs delle sei corde dal retrogusto tipicamente ottantiano ci accolgono con la terza track; accattivante il sound del quarto pezzo, forse un po' più di ispirazione Whitesnake; letterario il titolo della quinta traccia, che ricorda l'omonimo romanzo di Oscar Wilde e che musicalmente ha alcuni tratti tipici di una ballad; la sesta traccia spezza il sound più soft di quella che precede e di quella che segue; l'ottava traccia non nasconde l'ispirazione e le intenzioni decisamente metal e funziona davvero molto bene, con strumenti e voce che danno il meglio di sé. Seguono un paio di songs ben fatte, ma personalmente non particolarmente degne di nota e poi una dolce ed elegante ballad, che a me, non so spiegare il perché, ha fatto venire in mente i vecchi Gotthard, forse per quel respiro romantico, forse per quel tipo di cori, insomma un pezzo slow di quelli che dal vivo ti fanno buttar via il cellulare e prendere l'accendino pure se non fumi; l'ultima track è stata registrata come un live e infatti può vantare decisamente un gran bel tiro. 

Ascoltare i Radiant riporterà i quarantenni di oggi alla loro adolescenza e potrebbe distrarre i più giovani dalle scene trap, emo, disco, experimental, nu-qualsiasi cosa possa seguire...Non so se nel mondo della musica ci sia effettivamente bisogno dei Radiant, so che a me ha fatto bene ascoltarli e credo che già questo sia un gran bel risultato.

8/10
Margherita Realmonte (Meg)

CHILDREN OF BODOM - annunciano il nuovo album "Hexed”


Le superstar finlandesi del death melodico CHILDREN OF BODOM annunciano con orgoglio la pubblicazione del loro decimo album “Hexed”, l’8 marzo 2019 su Nuclear Blast Records

La gente ha detto che l’album in generale è più orecchiabile. Ci ho pensato su… forse le strutture delle canzoni sono più facili da ascoltare fin dall’inizio. Ma ci sono anche cose pazzesche, quasi progressive o almeno tecniche. Ci sono alcune melodie nel disco che potrebbero provenire da brani jazz, anche se ovviamente suonandole noi sono del tutto metal”, commenta ridendo il frontman, chitarrista e mastermind dei COB Alexi Laiho.

“Mi risulta sempre difficile descrivere la nostra musica”, spiega il bassista Henkka Blacksmith. "In un certo senso ha un che di familiare, ma il nuovo materiale mi sorprende sempre. Qui c’è qualcosa che è molto alla Bodom, ma anche qualcosa che non abbiamo mai fatto prima d’ora. Qualcuno ha detto che ci sono similarità con ‘Follow the Reaper’. Non saprei… Abbiamo avuto non poche difficoltà a scegliere le canzoni per i due video, quindi direi che è un problema positivo”.

Per “Hexed” la band è tornata al Danger Johnny Studios con Mikko Karmila (“I Worship Chaos”, “Halo Of Blood”, “Hatebreeder”, “Follow the Reaper” & “Hate Crew Deathroll”) che ha registrato tutto, tranne le tastiere, e si è occupato della produzione con la band. Janne Wirman ha registrato le tastiere ai Beyond Abilities Studios. L’album è stato mixato e masterizzato ai Finnvox Studios di Helsinki

Dell’artwork si è occupato Denis Forkas 
Il bassista Henkka Blacksmith ha dichiarato: “Erano già diversi anni che volevo tentare un diverso approccio per una nostra copertina. Ci siamo sempre serviti del digitale e cambiare non è stato facile. Del resto, usare il computer è sicuro e conveniente. Tuttavia, questa volta eravamo tutti d’accordo a seguire la vecchia scuola. Abbiamo quindi trovato questo bravo artista e gli abbiamo dato le istruzioni: la copertina avrebbe dovuto essere viola con il mietitore posto al centro. Sei mesi dopo abbiamo ricevuto il suo lavoro e, dopo piccoli aggiustamenti, abbiamo ottenuto la copertina di ‘Hexed’.  È molto diversa da quelle del passato, anche il mietitore è diverso, ma al tempo stesso molto inquietante”.

martedì 27 novembre 2018

TIAMAT to re-release masterpiece album "Clouds" with ALMA MATER RECORDS!



Portuguese label ALMA MATER RECORDS, run by MOONSPELL's Fernando Ribeiro, has just announced part #3 of their 'UNDERGROUND MAJESTY'-series and will reissue no other than the groundbreaking third album "CLOUDS" by Swedish masters TIAMAT!
Originally released in 1992, this record expanded TIAMAT’s musicality and atmosphere to greater heights, picking up their darkened Death and Black Metal roots and establishing this album as a game changer that would help to create the fine mixture to allow the birth of true Gothic Metal. A testimony of darkness and dream, with moving atmospheres that has placed TIAMAT, in 1992, at the top of their game, paving the way for the magnificent Wildhoney, in 1994.

With highlights like The Sleeping Beauty, In a Dream, Scapegoat or Smell of Incense, ALMA MATER now releases this very special limited edition, fully re-mastered on Vinyl, with the original artwork and liner notes. To add to the equation, there will be 3 different LP colored editions to celebrate this great reissue: Gold, Purple and White!

Set for a release on February 22nd 2019, the pre-order for this timepless piece and very limited edition is NOW available AT THIS LOCATION!

As the band sets up to return with a new album in 2019, this year seems to be perfect to pick up again CLOUDS as TIAMAT is now playing exclusive shows with the CLOUDS repertoire.