lunedì 15 ottobre 2018

THE LAST BAND - HISINGEN

"HISINGEN"

Release date: October 5th, 2018

LabelGain/Sony

Genrehard rock

Country: Sweden

Tracklist:
1. Cleaning House
2. The Hunt, Pt. II
3. Hisingen
4. They Say
5. I Got No Friend
6. Snabbare Än Satan
7. Still Not in It for the Drugs
8. Behind the Flag
9. So What
10. Muscle & Blood
11. Lights Out

Che in campo hard&heavy nessuna band inventi più nulla e l'originalità ormai dipenda dalla rielaborazione personale delle proprie influenze, è un concetto assodato fin dagli albori degli anni '90. Per The Last Band, losco quintetto goteborghese giunto oggi al terzo album in sei anni, quelle fonti d'ispirazione sgorgano dai ghiacciai scandinavi e non risultano affatto banali. Il titolo dedicato all'isola su cui sorge la seconda città svedese rivendica le radici profondamente autoctone del sound, ma per una volta non stiamo parlando solo di death metal melodico. 

Guardando oltre l'ascendente onnipervasivo degli At The Gates, infatti, Hisingen rappresenta un ideale anello di congiunzione tra le evoluzioni stilistiche di altri gruppi seminali, come i Refused del capolavoro The Shape Of Punk To Come, l'hardcore moderno degli ultimi Raised Fist, il nu metal dei dimenticati Blindside e persino il rock'n'roll dei compaesani Hardcore Superstar. Sulla carta un guazzabuglio impossibile da amalgamare, in pratica un'eccezionale raccolta di brani intensi e disobbedienti, che la produzione monolitica e gli arrangiamenti fluidi rendono omogenei come un blocco d'acciaio. 

Ascoltate la title track, Snabbare Än Satan, So What e provate a stare fermi.

7,5/10
Ferruccio


RISE OF THE NORTHSTAR – pubblicano il nuovo singolo 'Nekketsu'


La più grande crossover band europea, RISE OF THE NORTHSTAR, ha pubblicato il nuovo singolo 'Nekketsu', tratto dall’attesissimo secondo album “The Legacy Of Shi”.

La band ha recentemente lanciato un video nel quale spiega il concept delle cosiddette “Northcards” che saranno incluse in tutti i digipack del nuovo secondo album “The Legacy Of Shi”. Il formato digipack dell’album, infatti, includerà una delle dieci mila cosiddette “Northcards”, con uno dei membri della band. Dieci delle card saranno diverse “Shi Northcards”. Trovatele e sarete ricompensati.


“The Legacy Of Shi” uscirà il 19 ottobre su Nuclear Blast (Sharptone Records negli USA, Ward Records in Giappone) ed è stato registrato con Joe Duplantier dei GOJIRA nei suoi Silver Cord Studios di NY. L’album includerà undici nuove canzoni e una bonus track aggiuntiva (su vinile e solo in Giappone) per un totale di rispettivamente 44 e 48 minuti.

L’album sarà disponibile su CD digipack, vinili di diversi colori (nero, bianco, nero/bianco) e in digitale per download o streaming su tutte le piattaforme.

Pre-ordina qui 

AVANTASIA pubblicano il nuovo album "Moonglow" il 1° febbraio 2019!


Finalmente l’attesa è finita! Tobias Sammet annuncia con piacere che il nuovo capolavoro degli AVANTASIA “Moonglow” verrà pubblicato il 1° febbraio 2019 su Nuclear Blast. La nuova opera – contenente undici canzoni – vede di nuovo la partecipazione di svariati cantanti in qualità di ospiti. Questa volta Tobias ha lavorato non soltanto con volti noti come Ronnie Atkins, Jørn Lande, Eric Martin, Geoff Tate, Michael Kiske o Bob Catley, ma anche con nuovi cantanti come Candice Night, Hansi Kürsch e Mille Petrozza che hanno contribuito a dare vita al nuovo lavoro degli AVANTASIA. L’artwork è stato creato da Alexander Jansson.

Tobias Sammet commenta: "Ci siamo! Dopo più di due anni di duro lavoro - e un po’ come settantuno turni di notte consecutivi - siamo pronti a pubblicare ‘Moonglow’. Credo che sia l'album più curato e dettagliato che abbiamo mai prodotto. Non è troppo ambizioso, ma c'è molto amore per i dettagli. Gli AVANTASIA rappresentano il campo da gioco definitivo per le fantasie più sfrenate di un musicista: elementi celtici, elementi di world music, grandi cori, roba atmosferica, incredibili performance vocali degli ospiti e naturalmente tutto ciò che considero il suono tipico degli AVANTASIA. Qualcuno nel music business mi ha appena detto che la natura impreziosita del suono ne rende difficile la commercializzazione, non si adatta al panorama musicale contemporaneo e ‘se dai un'occhiata in giro, nessuno suona davvero così’. - ESATTAMENTE! GRAZIE! Non vedo l'ora di pubblicare ‘Moonglow’, prendere i miei amici della famiglia AVANTASIA e mettermi in viaggio per il grande ‘Moonglow World Tour’."

mercoledì 10 ottobre 2018

SIR REG - The Underdogs

"The Underdogs" 

Release date: on 21 September 2018

Label: Despotz Records 

Country: Sweden

Genre: Celtic Punk rock 

Tracklist
01.the underdogs
02.conor mcgregor
03.giving it up (the drink)
04.fool (fight of our lives)
05.cairbre
06.take me to your dealer
07.the day that you died
08.the stopover
09.stereotypical drunken feckin’ ir
10.don’t let go
11.sinner of the century


Quando l’identità nazionale è sufficiente a creare un tessuto sociale così forte capace di realizzare qualsiasi sogno. Sarà questo che avrà pensato Brendan Sheehy, quando ha lasciato la sua Dublino per conquistare la Svezia con la sua musica.

L’orgoglio irlandese trapela da ogni dove nel nuovo album degli svedesi SIR REG, come se la sceneggiatura fosse stata scritta direttamente da Irvin Welsh.
Underdogs è un disco energico ed esageratamente punk, ritmi incalzanti da sbronza del sabato sera e un’iniezione di sintetizzatori pulsanti capaci di far alzare l’adrenalina al massimo.

Le chitarre rock aggiungono quell'elemento chiave che a stento trattengono gli eccessi dei primi Backyard Babies; e in effetti, gran parte di questo album può ricordare la band di Dregen & Co., anche se l’elemento celtico, schietto e pungente, conferisce all’intero lavoro una struttura affascinante e al tempo stesso malinconica.

Le linee di basso traboccano di sali scendi che non fanno che aumentare la lucentezza tra una traccia e l’altra.
Sarà anche inflazionato il celtic punk oggi, ma è sempre un piacere ascoltarlo.

7.5/10
Michela (Anesthesia)

Line Up:
Brendan Sheehy - vocals / acoustic guitar
Karin Ullvin - violin
Chris Inoue - guitar
Mattias Söderlund - bass
Filip Burgman - mandolin
Mattias Liss – drums

martedì 9 ottobre 2018

REDWOLVES sign with Argonauta Records!


Copenhagen based Heavy Rockers REDWOLVES have signed a worldwide deal with Italy's powerhouse label Argonauta Records!

After the release of their 2016-EP 'Walking Roads', a feisty show of the band’s particular approach to modern sounding hard hitting Rock n’ Roll - fittingly rounded off by frontman Rasmus Cundell’s intelligent lyrics and distinctive vocals - the Danish quartet already left a first stamp in nowadays rock scene. REDWOLVES upcoming debut album will be seeing the light of day in 2019 with Argonauta Records and will showcase the band's development into a modern but still classic heavy rock sound alongside dynamical experiences and in depth, personal lyrics.

“This is Rock’n’Roll the way it has to be!” Argonauta's CEO Gero comments. “While I have listened to the songs of this awesome band the first time, I immediately thought of a modern attitude that sounds so fresh and with no compromise. What you will get here? An exciting group with their roots in Deep Purple and Thin Lizzy sonorities, paying homage to the always killer Scandinavian scene such as the Hellacopters. You have been warned!”

Comments the band on their signing: "Redwolves are very excited that we recently signed a deal with the awesome Argonauta Records! We are certainly looking forward to going on this Rock 'n' Roll voyage with this pioneering label!"

BASK sign to Season of Mist


Season of Mist are proud to announce the signing of progressive psychedelic metallers BASK.  

BASK comment: "BASK is beyond excited to announce we will be joining the amazing crew at Season of Mist Records! A big thank you to Michael, Gordon and the whole team at SOM for this opportunity to be included on a great roster with tons of artists we love and admire. We immensely look forward to this new chapter in our sonic journey, and can't wait to bring you new music with the help of our partners at Season of Mist Records. See y'all out on the road!"

Listen to the band's latest album 'Ramble Beyond' via their official Bandcamp page here!

BASK hails from the mountains of North Carolina and was fully conceived in the fall of 2013 when guitarist Ray Worth, drummer Scott Middleton, bassist Jesse Van Note, and guitarist/vocalist Zeb Camp joined forces.

Prog doomsters ALKYMIST premiere brand new single


This coming Friday October 5th, progressive doom metal combo ALKYMIST will release its self titled debut album via Indisciplinarian. Following the first single and video ‘Ghost’, the almost ten minutes long and psychedelically disturbing piece ‘Djinn’ is now released as the second single from the forthcoming album. 
Listen to ‘Djinn’ HERE!

‘Djinn’ plays an important role on the record and in the band’s history - singer Peter Bjørneg states: “Djinn was the second song to be completed in the world of Alkymist. Along with the track Myling, it helped to define the band's musical cosmos and ensured the path that it were going to tread. The lyrics in Djinn revolve around arrogance and greed…

Copenhagen, Denmark based ALKYMIST is a new force in doom metal - a force which, in its own manner, seeks to bring the hope of change into a time of turmoil. The band was formed in 2016 and released their debut EP in January 2018 to notable national buzz. The band’s debut album consists of six grandiose metal compositions over 44 minutes produced by Lasse Ballade (Solbrud, Orm, Slægt). The music on ALKYMIST’s debut album can be defined as progressive doom metal being both crushingly heavy as well as melodic and dynamic conjuring up a simultaneously strange, beautiful and terrifying expression. A general theme on ‘Alkymist’ is an existence which is parallel, wrong and expelled - and an existence from which the suffering subject seeks to be delivered.

‘Alkymist’ will be released on October 5th via Indisciplinarian on LP and digital formats, and the vinyl edition of the album (limited to 500 copies on black virgin vinyl) can be pre-ordered HERE!

LOIMANN PREMIERE FIRST SINGLE FROM UPCOMING ALBUM!


Italian Post Doom metallers LOIMANN just recently unveiled the hotly anticipated details about their upcoming third studio album 'A Voluntary Lack of Wisdom', which is set to be released on November 9th 2018 with Argonauta Records. Now the band has unleashed a first single for the track 'I Own The Right To Tear Me Apart', a crushing metal beast with big harmonies to be stuck in your head! Get your first appetizer from LOIMANN'S brand new record and stream 'I Own The Right To Tear Me Apart' right HERE!

Says the band: „We're proud of our new album, and totally satisfied the way it came out. We had no doubts at all in choosing a song for the first single promotion. 'I Own The Right To Tear Me Apart' is a fierce hymn (probably the faster song from A Voluntary Lack of Wisdom) that decrees with pride and conviction our total estrangement to many realities of this planet that make us sick.“

The track list reads as follows:
1. INTRO – SLAUGHTERHOUSE n°5
2. I OWN THE RIGHT TO TEAR ME APART
3. FOR THOSE ABOUT TO SINK
4. LIVING IN FEAR OF DEATH, DYING IN FEAR OF LIFE
5. MASS REDEEMER
6. MORAL DISMEMBERMENT
7. V.I.T.R.I.O.L. (Vacuity. Ignites. Tremendous. Riot. Inside. Our. Lives.)
8. THEY LIVE
9. OUTRO  - No Prayer for the Living

lunedì 8 ottobre 2018

WRESTLING - Ride On Freaks

“Ride On Freaks”
Release Date: on September 14th 2018


Genre: Old School Heavy Metal

Country: Finland 

Tracklist:
1. Let’s Get Born
2. Surreal Killer
3. Venom Makes Me Stronger
4. Kitsch In America
5. Drunk And Alone
6. Wrestlemania VI
7. Beyond The Limits
8. Feels Like Midnight
9. Driving All Night
10. The Solution To All Your Problems
11. See Delight

I Wrestling provengono dalla Finlandia, si dichiarano appassionati del più classico heavy metal anni 80 e questo “Ride On Freaks” è il loro album d’esordio. Non aspettatevi però la solita diligente cover band di Iron Maiden o Judas Priest, i Wrestling non hanno la classe e le capacità tecniche dei giganti citati, e preferiscono rifarsi a bands “minori” quali Raven o Anvil.
Un heavy metal decisamente vintage quindi, anche per produzione e scelta di suoni, arricchito da abbondanti dosi di follia.
Nell’opener “Let’s Get Born”, introdotta da una voce robotica che ripete “heavy metal, heavy metal…” i finlandesi non nascondono qualche influenza punk, soprattutto nel cantato sguaiato di Tommi Saha, ma già con la seguente “Surreal Killer” si torna in territori tipicamente metallici, per una song che si rivela un autentico tributo alla band di Lips. “Venom Makes Me Stronger” e “Kitsch In America”, con i loro ritmi funambolici e le parti vocali urlate, devono molto all’”athletic rock” dei Raven, quindi “Drunk And Alone” ammorbidisce i toni in una semi-ballad introversa e sleazy. 

Nella seconda parte il lavoro perde un po’ di smalto, ma Driving All Night” e la conclusiva “See Delight” si fanno apprezzare grazie ai loro imprevedibili cambi di ritmo, mentre la stralunata “Wrestlemania VI”, nelle cui liriche si citano campioni WWE come Ultimate Warrior e Bret Hart, farà gioire gli appassionati di wrestling.

In definitiva un buon disco di heavy metal old school, non trascendentale ma divertente e privo degli stereotipi che spesso caratterizzano produzioni di questo tipo.

7/10
Andrea

Line-up:
Tommi Saha – vocals
Risto Nyman – guitar
Pekka Moilanen – guitar
Riku Rousu – bass, vocals
Janne Kela – drums


NIBIRU FIRMANO PER RITUAL PRODUCTIONS


Con immenso piacere Ritual Productions amplia il proprio roster con l’aggiunta dei cupi alchimisti psych NIBIRU!

Allo stesso modo i NIBIRU sono entusiasti di unirsi al prolifico roster di Ritual Production per la pubblicazione del primo lavoro per l’etichetta, previsto nel 2019: "È difficile trovare parole che esprimano quanto siamo felici ed orgogliosi di annunciare questa firma. Inutile dire che Ritual Productions rappresenta la nostra filosofia. Avevamo bisogno di un'etichetta che potesse capire noi e la nostra musica, quindi siamo felici di esserci accasati presso di loro. Far parte del loro incredibile roster di artisti che amiamo è semplicemente un sogno che diventa realtà. Siamo grati per questa opportunità e attendiamo con impazienza questa collaborazione che sembra l'inizio di un nuovo capitolo entusiasmante nella storia dei Nibiru!".   

I NIBIRU saranno in tour nel Regno Unito da giovedì:

NIBIRU – RITUALS OVER UK TOUR 2018
11/10 – The Black Heart, London
12/10 – Star and Garter, Manchester
13/10 – Hammer and Anvil, Birmingham
14/10 – The Old Salutation Inn, Nottingham



DEATH IS JUST THE BEGINNING


La leggendaria compilation “Death Is Just The Beginning” è tornata! Ma c’è di più, ovvero un fantastico tour con KATAKLYSM, HYPOCRISY e THE SPIRIT, che ovviamente saranno presenti su questa fantastica raccolta. I death metallers canadesi KATAKLYSM parteciperanno con una ri-registrazione del loro classico “The Awakener”. Gli HYPOCRISY offrono una cover di “They Lie” (The Exploited), mentre i THE SPIRIT saranno presenti con una canzone del loro debutto per NUCLEAR BLAST “Sounds From The Vortex”.

“Death Is Just The Beginning MMXVIII” verrà pubblicata il 19 ottobre 2018.

NUCLEAR BLAST ha appena pubblicato un nuovo trailer con un assaggio della versione demo di "Abandoned" dei POSSESSED.


La band dichiara a proposito della compilation: “C’erano già speed, black e thrash metal, quindi abbiamo deciso di chiamare i POSSESSED ‘Death Metal’. Dopo l’uscita del nostro primo demo del 1983, intitolato ‘Death Metal’, eravamo sicuramente i più pesanti in circolazione e i POSSESSED sono stati la primissima band death metal. Col tempo il death metal è divenuto un genere conosciuto. Ovviamente il death metal più vero non è solo quello della storia, ma anche quello del futuro”.

I pre-ordini della compilation sono attivi: http://nblast.de/DeathIsJustMMXVIII

Altro su “Death Is Just The Beginning”:
THE SPIRIT - "Illuminate the Night Sky": https://youtu.be/lvtYFA25_hY
INSIDIOUS DISEASE -"Soul Excavation": https://youtu.be/BX0eBf3ZP5w
PARADISE LOST - "Frozen Illusion": https://youtu.be/FFUGjQ09MwY
BLEEDING GODS - "Beloved By Artemis" : https://youtu.be/a7A2KhPwxCI
DECAPITATED - "Sane" (Meshuggah cover): https://youtu.be/WleXJVCRk0U

Saranno presenti inoltre BRUJERIA, CARCASS, PARADISE LOST e THY ART IS MURDER e molti altri, ma “Death Is Just The Beginning“ offre anche delle rarità: BENEDICTION, MEMORIAM e POSSESSED vi distruggeranno con rare versioni demo. Non mancano poi un paio di volti nuovi di casa Nuclear Blast: i death/thrashers olandesi BLEEDING GODS, i melodic death metallers tedeschi NAILED TO OBSCURITY e i progressive/extreme metallers americani AENIMUS. In più la superband INSIDIOUS DISEASE fa ritorno con una line-up rinnovata, ma più potente che mai.

GOTTHARD - pubblicano il singolo & video; svelano i dettagli di "Defrosted 2"


"Defrosted" pubblicato nel 1997 - è stato il primissimo album live dei GOTTHARD. Ancora oggi è visto come una pietra miliare della carriera del gruppo che ha aiutato a rafforzare la propria reputazione di maggiore band di successo in Svizzera. Per oltre 25 anni, i GOTTHARD hanno prosperato sotto i riflettori di tutto il mondo, con una carriera che include 16 album primi in classifica, oltre tre milioni di dischi venduti, diversi premi e oltre 2000 concerti in tutto il pianeta.

E oggi, 21 anni dopo la prima edizione, il cerchio si chiude con il ritorno dei GOTTHARD su SONY Svizzera e Nuclear Blast con "Defrosted 2", una compilation acustica dei più grandi successi della band, registrati durante il "Defrosted Tour" a Marzo. Sebbene il concept fosse lo stesso di quello di 20 anni fa le circostanze in cui il gruppo si è trovato sono differenti. Sia la band che il suo pubblico sono cresciuti, ma dopo 25 anni è la stessa impareggiabile intimità che i GOTTHARD portano nei loro concerti a rendere questo album ciò che è. Dopo la celebrazione delle "nozze d'argento" con l'ultimo album in studio che ha raggiunto record in classifica e ha visto la band salire sul palco di diversi prestigiosi festival, "Defrosted 2", includendo 22 delle più rappresentative tracce della band, unisce l'orgoglio di una lunga storia allo sguardo verso il futuro con due nuovi brani racchiusi nella stessa opera. Fornisce un perfetto spaccato della formidabile carriera dei GOTTHARD che può essere da tutti apprezzata.

LIV SIN - entra in studio per registrare il secondo album


La band heavy metal svedese LIV SIN, capitanata dall’ex cantante dei Sister Sin Liv Jagrell, è entrata in studio per registrare il successore del debutto del 2017 “Follow Me”. Per il secondo album il quintetto ha deciso di lavorare con il produttore Emil Nödtveidt dei Deathstars nello studio Black Syndicate.

A proposito della scelta di collaborare con Emil Nödtveidt in veste di produttore, la cantante Liv Jagrell spiega: “Abbiamo voluto esplorare un suono più moderno con l’uso di sintetizzatori e credo che questo disco sorprenderà molti nostri fan. Conosco Emil da molti anni ed è stato divertente riavvicinarci.  Dal primo momento in cui ci ha mandato le sue idee sui nostri demo mi sono sentita euforica!”.

La band ha registrato il debutto “Follow Me” con Stefan Kaufmann (precedentemente con Accept & U.D.O.); Jyrki 69 (69 Eyes) e Schmier (Destruction) sono apparsi in qualità di ospiti. Il suono tipicamente classic metal è arricchito dalla voce penetrante ma al tempo stesso melodica di Liv.

Il chitarrista Chris Bertzell spiega come la composizione questa volta si sia differenziata rispetto al debutto: “Nel primo album i Liv Sin erano solo Patrick, Liv e Per. Ora, dopo due anni passati assieme come band completa, sia in studio che dal vivo, abbiamo lavorato tutti e cinque insieme, tirando fuori una maggiore attitudine e melodie orecchiabili”.

mercoledì 3 ottobre 2018

L’ALBERO DEL VELENO - Tale Of A Dark Fate

“Tale Of A Dark Fate”

Release Date: on 31th October 2017

LabelBlack Widow Records

Genre: Progressive Rock

Country: Italy

Tracklist:
1. Prelude – The Poison Tree
Act I – Hypnos:
2. Morpheus
3. Phobetor
4. Interlude I – Momus
5. Phantasos
6. Interval
ACT II – Thanatos
7. Clotho
8. Lachesis
9. Interlud II – Ananke
10. Atropos
11. Postlude – Moros

I fans dei Goblin impazziranno all’ascolto di Tale Of A Dark Fate, secondo bellissimo lavoro dell’Albero Del Veleno. Abbiamo conosciuto il quintetto fiorentino con “Le Radici Del Male”, ottimo esordio pubblicato nel 2013 dalla Lizard, ma questo lavoro lo supera ampiamente.
Come il predecessore, anche Tale Of A Dark Fate è completamente strumentale ed ha un taglio molto cinematografico, in pratica è l’ideale colonna sonora di un film non ancora scritto. E’ diviso in due atti, con tanto di preludio e intervallo (15 secondi di silenzio). A prevalere sono le atmosfere dark, ma il suono non è mai troppo opprimente o angosciante, L’Albero Del Veleno non aggredisce l’ascoltatore ma lo avvolge e lo trascina nelle sue attraenti spire. 
Il primo atto (“Hypnos”) è quello più introverso e d’atmosfera, ed include brani meravigliosi come “Phantasos”, con flauto e un gelido pianoforte a dettare le danze, e “Morpheus”, degno del paragone con “Roller” dei Goblin. Leggermente più movimentato il secondo atto, con una spigolosa “Lachesis” a chiamare in causa i King Crimson, una “Atropos” multiforme, che alterna stacchi arditi e momenti di quiete, e la conclusiva “Postlude-Moros” con un solenne pianoforte e gli archi a tessere una melodia malinconica.
Davvero un gioiellino questo Tale Of A Dark Fate, un lavoro raffinato e con il pregio di crescere ascolto dopo ascolto, svelando di volta in volta nuove angolature e nuovi particolari.
Da segnalare anche il bellissimo booklet, in cui ogni traccia è rappresentata da un’inquietante tavola.

8,5/10
Andrea

Line-up:
Nadin Petricelli – Keyboards
Lorenzo Picchi – guitar
Michele Andreuccetti – bass
Marco Brenzini – flute

UNA STAGIONE ALL’INFERNO - Il Mostro Di Firenze

"Il Mostro Di Firenze"

Release Date: on 17 May 2018

LabelSELF RELEASE (Black Widow Rec)

Genre: Obscure Symphonic Prog

Country: Italy

Tracklist:
1. Novilunio
2. La Ballata Di Firenze
3. Nella Notte
4. Lettera Anonima
5. Interludio Macabro
6. L’Enigma Dei Dannati
7. Serial Killer Rock
8. Il Dottore
9. Plenilunio

Avevo avuto modo di apprezzare gli Una Stagione All’Inferno tantissimi anni fa, quando parteciparono con un brano a “…e Tu Vivrai Nel Terrore”, storica compilation-tributo ai maestri dell’horror italiano Lucio Fulci e Mario Bava. Dopodichè lo scioglimento, anni di silenzio, finchè nel 2011 Fabio Nicolazzi e Laura Menighetti decidono di riprendere il progetto. Da qui l’idea di realizzare un concept sul mostro di Firenze, un’opera ambiziosa che vede la luce solo oggi dopo tanti anni di lavoro. Numerosi artisti hanno dato il loro contributo, tra cui Roberto Tiranti, Pier Gonella, il batterista e fonico Marco Biggi, il sassofonista classico Paolo Firpo e un trio d’archi composto da Kim Schiffo, Daniele Guerci e Laura Silitti.
Il Mostro Di Firenze tiene fede alla splendida immagine di copertina, e si rivela un lavoro oscuro, dalle atmosfere tetre e angoscianti, fortemente ispirato al miglior dark-prog italiano dei seventies (Balletto Di Bronzo e Goblin in primis). 
Ascoltando “Novilunio” e “ La Ballata Di Firenze” il pensiero corre a “Milano Calibro 9” e  alle sue ambientazioni, splendidamente trasposte in musica dagli Osanna. La tensione è sempre alta, sottolineata da tastiere inquietanti, da una chitarra aggressiva quando serve e da un uso misurato delle orchestrazioni.

Le tracce sono spesso inframezzate da rumori d’ambiente e da registrazioni radiofoniche dell’epoca, che non fanno altro che accrescere il pathos di episodi quali “Nella Notte”, dalla cupa linea di basso, o “Serial Killer Rock”, l’episodio più hard del lavoro, con un potente riff di chitarra che evoca Antonius Rex.
Il Mostro Di Firenze è un ottimo lavoro dark prog sinfonico, da ascoltare tutto d’un fiato, possibilmente in piena notte!

7,5/10
Andrea

Line-up:
Fabio Nicolazzo – vocals, guitar
Laura Menighetti – vocals, keyboards
guest musicians:
Roberto Tiranti – bass, vocals
Pier Gonella – guitar
Marco Biggi – drums
Paolo Firpo – sax
Kim Schiffo – cello
Daniele Guerci – viola
Laura Silitti – violin

The Vale Released Debut Full-length!


The Finnish progressive rock act, The Vale, released their debut full-length  "Seasons in the Valley" on Friday, September 28, 2018. 

The band said about the album theme; 
"Seasons in the Valley is a concept album, about the four seasons in this fictional place called "The Valley". One can find a theme song for each season on the album. The original idea is an EP about each season among this actual album - the first EP was The Vale's latest release before this "Autumn in the Valley". One can note that the EP includes songs which are not on this album, among the couple songs which appear on the album (the album versions have a different mixing)." 

The band went a lot of changes while recording this album; 
"About the recording process of the album, it was a major pain in the ass. It started back in the fall of 2015 and included: 
-two demo sessions
-two different studios
-five rehearsal places (three "permanent", two temporary)
-five lineup changes
-two times mixing/mastering (the first versions sucked so we had to take a re-round)
-aaaaaand we also changed the band's name during this process
So, one can say that The Vale is pretty relieved to be finally able to put this record out and move on. The final recordings and mixing/mastering (which of result can be heard on the album) was executed at Saarni Studios in the southern part of Finland." 

The Vale is a three piece unit hailing from Tampere, Finland. The band was formerly known as Ovenizer since 2014 and finally morphed into it´s present form – The Vale – in 2017.

The Vale is lyrically a theme band. Everything happens in the Valley – always has and always will. Lyrics for each song are available at the Lyrics -section. “Autumn in the Valley” -EP is the first recording of the band.  

Progressive Metal UK Group MALUM SKY Join Sliptrick records


Malum Sky (UK) Metal | Progressive | Rock

Malum Sky are an eclectic and anthemic progressive metal 5 piece group based in Cardiff, Wales UK. Formed in 2014, the band bring together a broad range of influences and hone them into hard hitting and uplifting mini-masterpieces. Virtuoso guitar work and intricate song structures combined with hard hitting rhythmic hooks are topped off by an emotive and intense vocal delivery. The songs are enhanced further by a high energy live show delivered with a passion and precision befitting a band working in the “progressive” genre.

Malum Sky’s self titled debut EP was released to critical acclaim in 2015. After earning their stripes in the grassroots music scene, the band emerged triumphantly on the New Blood Stage at Bloodstock Open Air Festival in 2017. After receiving more positive reviews for the single Eye Above, the band remained a strong presence on the UK live circuit with shows across England and Wales throughout 2017 & 2018.

With work on the band’s new mini-album Diatribe complete and due to be released worldwide via Sliptrick Records on January 15th 2019, Malum Sky are poised to take their unique brand of progressive metal to the next level. The upcoming music video for the track Borrower, due out in early November, is a perfect example of the passion, quality and craftsmanship that the band have put into this new body of work.

Diatribe | Released January 15th, 2019 on Sliptrick Records

Malum Sky are:
Ben Honebone – Vocals 
Michael Jensen Després – Guitar
Jon Evans – Guitar
Athanasios ‘Saki’ Patsiouras – Bass
Joe Wilkes – Drums

martedì 2 ottobre 2018

BEHEMOTH – “'Bartzabel" al 100% alla DANZIG" dice il frontman Nergal


“'Bartzabel" al 100% alla DANZIG" dice il frontman Nergal nel nuovo episodio della serie di interviste dedicate a “ILYAYD”.

L’episodio segue la pubblicazione del video di 'Bartzabel' (https://youtu.be/ZjYIRui5gtY), canzone tratta dal nuovo album “I Loved You At Your Darkest” in uscita venerdì.

Prodotto dal gruppo stesso, con la batteria co-prodotta Daniel Bergstrand (MESHUGGAH, IN FLAMES), il mixaggio del disco è a cura di Matt Hyde (SLAYER, CHILDREN OF BODOM) e la masterizzazione di Tom Baker (NINE INCH NAILS, MARILYN MANSON), con la presenza di un’orchestra polacca di diciassette elementi arrangiata da Jan Stoklosa.


“I Loved You At Your Darkest” può essere pre-ordinato in digitale su http://behemoth.lnk.to/ILYAYD.

I pre-ordini del disco e gli ordini del 7″ picture disc ‘God = Dog’ sono attivi QUI

FLESHGOD APOCALYPSE - entrano in studio per il nuovo album!


Gli italiani del death metal sinfonico FLESHGOD APOCALYPSE sono attualmente in studio per registrare il seguito del loro acclamato disco del 2016,  "King". Il frontman e batterista Francesco Paoli ha recentemente rilasciato il seguente aggiornamento:

"E' ufficiale, siamo finalmente tornati in studio ed è stupendo! L'ultimo anno ha segnato una nuova era per la band, abbiamo sentito la necessità di guardare alle nostre radici death metal e, allo stesso tempo, di spingerci oltre i nostri limiti, arrivando nelle canzoni a un livello più ampio di varietà e influenze. Volevamo che questo album fosse feroce ma anche naturale e imprevedibile, come se avesse una propria vita. Per questo abbiamo deciso di coinvolgere diversi grandi musicisti, una sezione di archi classica e anche un coro!

Siamo emozionati di lavorare con il leggendario produttore Jacob Hansen (VOLBEAT, DESTRUCTION, ABORTED, EPICA) per la prima volta. E' l'uomo che sta dietro a così tanti incredibili album metal e sicuramente uno dei miei produttori preferiti del momento. Essere tornato frontman significa anche che questa è la mia ultima occasione di suonare la batteria sul disco dei FLESHGOD APOCALYPSE, una consapevolezza che in realtà mi ha ispirato molto mentre componevo. Come batterista, penso davvero che questo album sarà una pietra miliare."

Il disco ancora senza titolo uscirà nella primavera del 2019.

CORRODED - pubblicano il nuovo singolo “Cross”



Sono passati quasi cinque anni dall’ultimo album registrato dai CORRODED; a causa di cambiamenti di etichetta, esso ha visto la luce solo l’anno scorso. La band non ha perso tempo e tra un tour e l’altro si è messa al lavoro sul nuovo disco. “In un solo weekend abbiamo realizzato tre canzoni e poi abbiamo lavorato sulle idee che avevamo, finendo per realizzare il nuovo disco velocemente”, racconta il chitarrista Tomas.

L’intero processo compositivo può essere paragonato al mostro di Frankenstein. Abbiamo effettuato tagli qua e là, cuciture e cambiamenti fino ad ottenere le canzoni che volevamo”, continua il musicista.

La prima canzone estratta dal nuovo album “Bitter”, in uscita a gennaio su Despotz Records, è il singolo “Cross”.



Quando è giunto il momento di scrivere i testi, non è stato difficile trovare degli argomenti. La separazione dalla nostra prima etichetta e la situazione politica del mondo ci ha reso molto incazzati. Il titolo del disco è venuto fuori facilmente e spiega bene come ci siamo sentiti negli ultimi due anni. Abbiamo capito che era giunto il momento di andare avanti e il modo migliore per farlo è stato comporre un potente disco metal”, aggiunge il cantante e chitarrista Jens.

“Ci sentivamo parecchio sotto stress e non eravamo nemmeno sicuri che avremmo realizzato l'album in tempo. Non solo ce l’abbiamo fatta, ma è pure venuto fuori meglio di quanto sperassimo! È brutale, onesto, melodico ma spigoloso. È CORRODED ed è BITTER!", dichiara la band - Jens, Per, Bjarne e Tomas - all’unisono.

“Bitter” è il quinto album dei CORRODED e rappresenta al meglio ciò come la band sia cresciuta.

www.facebook.com/corrodedsweden