giovedì 22 dicembre 2016

Bethlehem - Bethlehem

"Bethlehem"

Release Date: on December 2 2016

Label: Prophecy Productions

Country: Germany

Style: Dark Metal

Tracklist:
01 – Fickselbomber Panzerplauze
02 – Kalt’ Ritt in leicht faltiger Leere
03 – Kynokephale Freuden im Sumpfleben
04 – Die Dunkelheit darbt
05 – G„ngel G„ngel Gang
06 – Arg tot frohlockt kein Kind
07 – Verderbnisheilung in sterbend’ Mahr
08 – Wahn schmiedet Sarg
09 – Verdammnis straft gezЃgeltes Aas
10 – Kein Mampf mit Kutzenzangen


La band tedesca Bethlehem celebra il 25° anniversario di carriera come si conviene ad un nome storico del metal estremo teutonico.

L’omonimo album del quartetto apocalittico proveniente dalla Germania nordoccidentale è un’istantanea black metal (ma la band preferisce il suffisso "dark") che col passare degli anni sembra non essersi ingiallita, mostrando ancora il suo oscuro splendore. Immagini nitide come se fossero prodotte direttamente dalle nostre menti, scene raccapriccianti che raccontano nel modo più semplice e spietato il mondo degli inferi.

L’apertura dei cancelli dell’Ade viene lasciata al brano "Fickselbomber Panzerplauze", un magma incandescente di blast beat e riff forsennati che ascendono lentamente per poi gettarsi a capofitto nelle acque fatali del fiume Acheronte
Le chitarre distorte si evolvono in movimenti circolari che circondano le ritmiche fino a tacere sulle dolci note di un pianoforte, mentre le urla strazianti della furia Yvonne "Onielar" Wilczynska creano uno stato d’animo disperato e impalpabile, in cui la perdizione regna sovrana.
"Die Dunkelheit darbt" ha la stessa armonia e ferocia di un poema epico, una miscela di metal furibondo e break improvvisi che si scontrano con la classicità di band come Satyricon ed Emperor.

Decisamente più tecnico e veloce rispetto ai precedenti lavori, Bethlehem celebra un vero e proprio culto dell’estremo, che da oggi ritrova un gruppo cardine nella scena europea del black metal avanguardista.

8/10
Michela (Anesthesia)

Line Up:
Bartsch - bass guitar,
Onielar - vocals,
Steve Wolz - drums,

Karzov (Morok) - guitars