mercoledì 1 giugno 2016

THE ORDER - Rock'n'Rumble

ROCK ‘N’ RUMBLE 

Release date: May 6th 2016


Style: Melodic Metal/Hard Rock

Country: Switzerland

Tracklist:
1. Play It Loud
2. Rock ‘n’ Rumble (1984)
3. No One Can Take You Away From Me
4. Fight
5. Gimme A Yeah
6. Womanizer
7. Turn The Pages
8. Wild One
9. Reason To Stay
10. Karma

Dalle nostre parti sono pressoché sconosciuti, ma Rock ‘n’ Rumble è già il quinto lavoro per questi veterani svizzeri, attivi da oltre 10 anni e da sempre devoti all'hard rock degli anni 80. 

Il precedente “1986”, risalente a 4 anni fa, era riuscito in parte a muovere le acque, ottenendo un timido piazzamento al #44 nelle charts svizzere. 
La band a cui viene spontaneo accostare i The Order sono i loro connazionali Krokus: il sound è molto simile, mentre la voce di Gianni Pontillo è una via di mezzo tra Marc Storace e Blackie Lawless (non so se ho reso l’idea…). 

Il lavoro si apre nel migliore dei modi con “Play It Loud”, trascinante rock’n’ roll alla Ac/Dc introdotto dalla voce del mitico Michael Buffer (famoso telecronista americano) che urla “Let’s get ready to rumbleeeee!!”. La title-track ricorda i Van Halen più orecchiabili, e ha un ritornello ruffiano che ci proietta idealmente negli anni d’oro del sunset strip.  “No One Can Take You Away From Me” è un hard rock non troppo energico ma con interessanti armonie di chitarra; “Fight” è invece uno scivolone: scontata e con un chorus già sentito mille volte. Va decisamente meglio con “Gimme A Yeah”:  vibrante rock ad alto voltaggio con evidenti richiami ai Krokus (addirittura il finale cita apertamente “Long Stick Goes Boom” ). Decisamente riuscite anche la sofferta ballad “Turn The Pages” e “Womanizer” con un organo che dà al brano un sapore 70’s. La conclusiva “Karma” è il frammento più heavy, anche grazie alle parti vocali rabbiose dell’ex-Destruction V.O. Pulver, qui presente come ospite. 

Rock ‘n’ Rumble è un buon lavoro, di poche pretese ma piacevole e ben suonato. 
Chi come me apprezza queste sonorità, troverà pane per i suoi denti.

Line-up:
Gianni Pontillo – vocals
Bruno Spring – guitars
Andrej Abplanalp – bass
Mauro Casciero – drums