mercoledì 29 novembre 2017

AMBERIAN DAWN - Darkness Of Eternity

"Darkness Of Eternity"

Release Date: on 10 November, 2017

Label: Napalm Records

Country: Finland

Genre: symphonic metal

Traklist:
1.I'm The One
2.The Sky Is Falling
3.Dragonflies
4.Maybe
5.Golden Coins
6. Luna My Darling
7.Abyss
8.Ghostwoman
9.BreatheAgain
10.Symphony N.1 -part 2  
Darkness Of Eternity


Tornano ad ammaliare, con la loro grande maestria, i finlandesi Amberian Dawn: a un paio d'anni di distanza dall'ultimo lavoro di studio, Innuendo, tra pochi giorni la melodic, fantasy, power, sinfonic metal band di Hyvinkää presenterà al pubblico il suo nuovo nato, Darkness Of Eternity, targato Napalm Records.

Le dieci tracce si susseguono con ritmi e melodie molto gradevoli, all'interno delle quali non si può non soffermarsi ad ammirarne la cura e la ricercatezza compositiva. Il maestro Seppälä, alle chitarre e alle tastiere, nonché unico compositore delle musiche, si dimostra ancora una volta grande alchimista, in grado di mescolare parti sinfoniche, strumentali e vocali, lasciando che si sovrappongano, si sostengano e si alternino tra loro in maniera perfetta, così da risultare il più possibile equilibrate e piacevoli, senza mai scivolare nella noia e nella voglia di skippare da un pezzo all'altro. La voce di Capri, poi, è sempre più matura e potente, anche se stavolta volutamente meno lirica, ma più ammiccante alle voci del metal classico. Il resto della band, dal canto suo, si difende bene, facendo il suo dovere in modo ineccepibile, da Emil Pohjalainen alle sei corde, a Joonas Pykälä-aho alle percussioni e Jukka Hoffren al basso.

Quello che colpisce di quest'album è una certa dicotomia tra ciò che ci aspetterebbe di sentire leggendo il titolo, che d'istinto rimanda a un immaginario lugubre, oscuro, occulto, freddo e senza speranza, come del resto lasciano anche intendere le lyrics e quello che, invece, sorprendentemente, ci ritroviamo ad ascoltare. Cori, arrangiamenti, assoli di chitarra o tastiera sono tutt'altro che tristi e le parti sinfoniche si impongono in maniera decisamente più massiccia rispetto al passato, tanto da poter rendere quest'ultimo album potenzialmente una soundtrack ideale per il cinema, pur mantenendo le sue caratteristiche di delicatezza, senza degenerare nel bombastico. Sin dalla prima traccia "I'm The One" si percepisce, a dispetto dell'insita ineluttabilità della title track, un'esplosione di vita, di vibrante energia, che trasporta con sé un qualche cosa di magico, come la polvere di fata, che aleggia un po' su tutte le tracce, ma soprattutto nell'ultima, proprio la splendida title track Symphony N.1 -part 2 – Darkness Of Eternity, che starebbe benissimo come colonna sonora in un cortometraggio di Tim Burton, forse perché la base sinfonica mi ricorda le meravigliose melodie di Danny Elfman.

Notevoli anche "The Sky Is Falling", "Dragonflies" e "Maybe". Molto accattivante il ritornello di Golden Coins, che vanta alcuni assoli di chitarra tra i migliori dell'album. Luna My Darling è un'altra chicca, con Capri che vola in alto, sulle ali di cori in climax ascendente e chitarre e percussioni che fanno a gara per velocità e perfezione svizzere.
Un track by track sarebbe inutile, tutti i pezzi di quest'album sono godibili, gli amanti del genere lo apprezzeranno di sicuro, tutti gli altri si perderebbero qualcosa di speciale

9/10
Margherita Realmonte (MEG)

Line Up:
Tuomas Seppälä – Keyboards, Guitar
Päivi "Capri" Virkkunen - Vocals
Emil Pohjalainen - Guitar
Jukka Hoffren - Bass
Joonas Pykälä-aho - Drums

http://amberiandawn.com/
https://www.facebook.com/amberiandawn/