venerdì 15 dicembre 2017

DESERT WIZARDS - Beyond The Gates Of The Cosmic Kingdom

“Beyond The Gates Of The Cosmic Kingdom”

Release Date: on 29 June 2017


Genre: Hard Rock - Doom - Psichedelia

Country: Italy

Tracklist:
1. Astral Master
2. Dogstar
3. Born Loser
4. Red Sun
5. The Man Who Rode The Time
6. Distant Memories
7. Snakes
8. A Light In The Fog


Tornano i Desert Wizards, quartetto di Ravenna giunto al terzo lavoro, il secondo su Black Widow Records dopo un esordio autoprodotto. Come molte produzioni dell’etichetta ligure, anche i Desert Wizards propongono un sound profondamente radicato negli anni 70, come si evince anche dalla copertina, coloratissima e altamente lisergica. 

La musica è un intrigante crocevia tra hard e progressive, in cui episodi sognanti e floydiani si alternano ad altri più rocciosi, dominati da una chitarra aggressiva e da un’organo affilato.
Il lavoro inizia con due piccoli capolavori: “Astral Master” e “Dogstar” battono sentieri vicini a leggende come Quatermass e Atomic Rooster, tra roventi cavalcate chitarristiche e sprazzi acustici. La ruvida e diretta “Born Loser” ci conduce a “Red Sun”, affascinante viaggio spaziale dal clima avvolgente. 
Altre suggestioni hard-prog, con qualche spruzzata dark qua e là, ci vengono regalate dalla raffinata “Distant Memories” e da “Snakes”, dall’incedere minaccioso e arcigno, fino alla chiusura di “A Light In The Fog”, che rievoca i Pink Floyd del lato oscuro della luna.

Davvero un ottimo disco questo Beyond The Gates Of The Cosmic Kingdom, se apprezzate il genere difficilmente troverete di meglio.

8/10
Andrea

Line-up:
Marco Goti – guitar
Anna Fabbri – vocals, organ
Marco Mambelli – vocals, bass, synth
Silvio Della Valle – drums