martedì 3 febbraio 2015

Wolfheart - Winterborn recensione


"Fire and Ice"

Non sarà un caso se nella mitologia norrena il lupo ha sempre raffigurato il precario equilibrio tra luce e tenebre, tra ordine e caos. Forse a questo pensava Tuomas Saukkonen quando ha deciso di abbandonare un progetto consolidato come i Before the Dawn per dedicarsi a qualcosa di più intimo, che gli avrebbe permesso di liberare finalmente quella forza. 

Oggi Spinerfarm Records pubblica la ristampa del loro primo album autoprodotto Winterborn, con 2 bonus track “Isolation” e “Into The Wild”, che anticipa il nuovo album la cui uscita è prevista per la metà del corrente anno.

Un suono ancestrale dalle orchestrazioni epiche e ritmi vertiginosi, cavalcate dalla possente voce growl di un guerriero che sta per scagliarsi sulla propria preda.

Un concept dalle tinte oscure che ha, come unico obiettivo, quello di rompere il silenzio destandoci dal torpore con riff violenti e poderosi e dove l’unico momento melodico è confezionato a dovere dai meravigliosi assoli di chitarra di Mika Lammassaari e ritornelli death tipici della loro terra natia.

Per chi fosse digiuno di questa band e del loro passato, è il momento di scoprirne il fascino, per chi è già pratico non rimane che lasciarsi andare all’oblio del manto gelido finlandese.

8/10

Michela


Spinefarm/Universal
Data di pubblicazione: 3 febbraio

Track list

01. The Hunt
02. Strength and Valour
03. Routa pt.2
04. Gale Of Winter
05. Whiteout
06. Ghosts of Karelia
07. I
08. Chasm
09. Breathe
10.Isolation
11. Into The Wild


Facebook page
iTunes
Spotify