mercoledì 3 giugno 2015

Destination 5-11 - Chains of Mind Recensione

Chains of Mind


Release: Marzo 2015

Self Production

Tracklist:

01. New Battlefield
02. Destination
03. Oasis
04. Price of the Gods
05. Chains of Mind







L'heavy metal è morto. Lunga vita all'heavy metal!

Non è sempre scontato che un genere, soprattutto uno di quelli classici, che tutti ritengono immortale, ma che proprio per questo rischia di scomparire perché nessuno è capace di dargli il giusto erede, trovi in una band giovane terreno fertile nel quale piantare nuovi frutti per crescere, germogliare e magari perfino evolversi.

E' vero, non capita spesso, ma a volte succede e, questa volta, è successo in Italia, per la precisione a Udine, dove un gruppo di cinque ragazzi, tassello dopo tassello, ha messo in piedi una band capace di ridare all'heavy metal il suo originario splendore, attingendo non solo dalla storia di questo vastissimo genere musicale, ma soprattutto da loro stessi, dalle loro esperienze, dalla loro anima, in modo da restituire qualcosa che suonasse non solo come sette note mescolate tra di loro in modo sapiente, ma che fosse capace di avere anche un nome, quello dei Destination 5-11.

Chains of Mind è il loro primo lavoro, ma già suona come un album ben ragionato dove tutto, dalle chitarre, che vengono fuori con ottimi assoli come ad esempio nella opener "New Battle", alla batteria bella ritmata e potente o dal basso corposo e persistente - entrambi grandi protagonisti in "Oasis"- , alla voce acuta e aggressiva vero filo conduttore di tutto il disco, trova una sua specifica collocazione, un suo modo d'essere che lo caratterizza e lo definisce.

Le sonorità sono spiccatamente anni '80 e l'album sembra strutturarsi un po' come una ricerca vera e profonda di un proprio percorso musicale che, però, non vuole dimenticare le origini di quello stesso cammino che, forse, ha portato a quel fatidico momento in cui i Destination 5-11 hanno deciso di fare musica.

Non resta che vedere dove questo percorso li condurrà...

7/10
Dora



Members:
Lorenzo Nocerino: Lead Vocals 
Marco Driutti: Drums, Beer 
Marco Furlani: Guitars, Backing Vocals 
Gianluca Somma: Bass Guitar 
David Trevisan: Guitars