sabato 13 giugno 2015

NARRENSCHIFF - “Of Trees and Demons” Recensione

Of Trees and Demons

Release: 11 Maggio 2011

Label: Red Sound Records

TRACKLIST
1- Ocean
2- Atomic Axilla, Robot Godzilla
3- Suzy
4- Trees and Demons
5- Desert
6- 57
7- Event Horizon






La tempesta si abbatte potente e minacciosa all'orizzonte lasciando ondeggiare la Nave dei Folli nell'occhio del ciclone, là dove i suoni si impastano tra loro, potenti e distruttivi al pari della forza della natura dalla quale sembrano attingere tutta la loro grandiosità.

Con questa immagine ben impressa nella mente i Narrenschiff, band marchigiana al suo esordio discografico con un full-lenght album, ci accoglie sulla prua del loro vascello e ci invita ad osservare l'orizzonte sconvolto dal temporale che si avvicina crudelmente verso di noi a suon di una batteria particolarmente incisiva, una basso ed una chitarra corposi ed opulenti ed una voce accattivante che si miscelano tra loro più distruttivi della tempesta stessa.

Of Trees and Demons è la perfetta metafora di una nave ghermita dai flutti, ma non per questo sconfitta da quella che sembra essere una fine inevitabile. E' il disco stesso a farsi portavoce di quella maestosa grandezza di cui la natura selvaggia sembra essere la sola custode, scavando come acqua viva negli abissi dell'animo umano fino a cercarne la più profonda delle essenze. 

"Ocean" è la traccia che meglio di tutte riassume questo viaggio in un mondo misterioso, sconvolgente e quasi psichedelico in quella terra di nessuno dove nemmeno le creature più coraggiose sembrano essere disposte ad addentrarsi, ma non è il solo brano capace di mettere in risalto le potenzialità di questa giovane stoner band in grado di saturare l'aria con sonorità gravi e di bassa frequenza, arricchendole con ritmi serratissimi che danno proprio la sensazione di trovarsi in uno spazio chiuso alla mercé di eventi che non possono essere controllati.

Non mancano accenti stranianti e psichedelici capaci di confondere ed irretire, di spiazzare e sconvolgere, un po' come accade in "Suzy", brano psichedelico allo stato puro sorretto da un suono roboante, tuonante esattamente come un temporale di agosto.

Di ottima fattura anche "Trees and Demons", sostanziosa e ricca, degna di portare il titolo dell'intero disco che si chiude con la lunghissima, quasi epica "Event Horizon", tredici minuti di puro godimento musicale in perfetto bilico tra un doom venale e straniante capace di instillare perfino la scintilla di una goccia di malinconia che si accompagna a quel canto finale che sembra essere quasi un inno, lo stesso che forse i marinai sopravvissuti alla tempesta saranno felici di ascoltare una volta raggiunto il margine estremo della terra.

6,5/10
Dora




Facebook
Bandcamp
Doppio Clic Promotions

Artwork by Stonino

LINE-UP
Mattia Leonardo Bozzetti (Chitarra)
Riccardo Pancotti (Basso e Voce)
Gerson De Oliveira (Batteria)