martedì 3 aprile 2018

JUDAS PRIEST - Firepower

"Firepower"

Release Date: on 09 March 2018

LabelEpic

Country: UK

Genre: Hevay Metal

Tracklist:
1. Firepower
2. Lightning Strike
3. Evil Never Dies
4. Never The Heroes
5. Necromancer
6. Children Of The Sun
7. Guardians
8. Rising From Ruins
9. Flame Thrower
10. Spectre
11. Traitors Gate
12. No Surrender
13. Lone Wolf
14. Sea Of Red

“Redeemer Of Souls”  è stato una cocente delusione, uno di quei dischi totalmente privi di idee e ispirazione, tanto da farmi pensare che anche per i gloriosi Sacerdoti di Giuda fosse giunto il momento di gettare la spugna. Per questo motivo Firepower rappresenta per me una piacevolissima sorpresa: non si tratta di un capolavoro alla “Painkiller” ma è comunque un album dignitosissimo, in grado di ben figurare nella discografia della band. 

In Firepower ritroviamo tutte le caratteristiche dei migliori Priest: ritornelli tanto aggressivi quanto facilmente memorizzabili, soli incrociati delle due asce Tipton-Faulkner (quest’ultimo integrato perfettamente negli ingranaggi della band), il giusto mix di brani veloci, mid tempo e l’immancabile ballata (la conclusiva “Sea Of Red” peraltro molto bella).
A parte qualche calo di tono qua e là (l’anonima “No Surrender”, la stanca “Lone Wolf”) il livello medio è decisamente buono, quello che forse manca a “Firepower” è un brano in grado di spiccare sugli altri, una song da consegnare agli annali (“Angel Of Retribution” ad esempio aveva “Judas Rising”, il pur controverso “Nostradamus” aveva “The Prophecy”).

In ogni caso i tanti fans dei 5 di Birmingham non potranno non gioire ascoltando le rasoiate della title-track e di “Necromancer”, la solenne “Rising From Ruins”, l’inconfondibile voce di Halford che si sdoppia come ai tempi d’oro in “Lightning Strike” e una “Flame Thrower” che sembra provenire dalle sessions di “Defenders Of The Faith”. Ottima anche la produzione, moderna ma senza i suoni “gonfi” che spesso si sentono nei lavori heavy metal odierni.

Si, i Sacerdoti ci sono ancora e non hanno perso la loro autorevolezza.

7,5/10
Andrea

Line-up:
Rob Halford – vocals
Glenn Tipton – guitar
Richie Faulkner – guitar
Ian Hill – bass
Scott Travis – drums