lunedì 20 aprile 2015

The Man-Eating Tree: “In The Absence Of Light” recensione


The Man-Eating Tree “In The Absence Of Light”

Tracklist:
1. Breathe Emptiness
2. Flatline
3. The Heretic Pulse
4. Vermin
5. The Divided
6. Plaguewielder
7. Death Parade
8. The Vessel
9. Obsidian
10. Dead on Earth

Etichetta: Ranka Kustannus

Pubblicazione: 20 marzo 2015

Sicuramente avrete già sentito parlare dei The Man-Eating Tree, straordinario gioiello del goth metal finlandese, ma forse non tutti sanno che questo embrione stava già prendendo forma nella testa di tre ragazzi prima che uno di loro, Miika Tenkula (chitarrista dei Sentenced) venisse chiamato troppo prematuramente in quel mondo fino ad allora descritto soltanto attraverso la sua chitarra.

“In The Absence Of Light” è il terzo album della band di Oulu ed il primo con il nuovo cantante Antti Kumpulainen.

Ammetto con tutta l’onestà di questo mondo di non aver accolto con particolare piacere il cambio di vocalist, avendo apprezzato alcuni anni fa le delicate doti canore di Tuomas Tuominen; pensare che qualcuno potesse prendere il suo posto mi sembrava impossibile tuttavia, dopo i primi 5 minuti di ascolto, mi sono dovuta non solo ricredere, ma ho dovuto anche riconoscere quanto i pregiudizi possano influenzare in modo negativo.

Contrariamente al suo titolo, ci troviamo davanti ad un album in grado di cambiare continuamente gradazione di colore, passando da una delicata miscela di sfumature death melodico dell'opener "Breathe Emptiness" e che richiama, ma solo in parte l’epicità di Amorphis o il riffing classico degli Insomnium, alla totale mancanza di effetto cromatico di "Plaguewielder" dove apolidi Katatonia, diventano improvvisamente figli di questa terra fatta di ghiaccio e sentimenti contrastanti.

Somiglianze a parte questa band è cresciuta tantissimo anche dal punto di vista del songwiting, affidato quasi interamente a Kumpulainen, la cui voce si mescola perfettamente alla musica, catturando l'essenza del dolore ed il principio della speranza. Alcune parti sono state migliorate soprattutto nella sezione ritmica, ottenendo un album molto più metal rispetto ai precedenti e dove le tastiere in modo onirico catturano l'oscurità riflettendone i colori.



“In The Absence Of Light”, semplicemente 10 canzoni per sognare, dimenticare o annegare nei ricordi… 

8/10
Michela

Membri:
Janne Markus - Chitarra
Vesa Ranta - batteria
Antti Kumpulainen - Voce
Antti Karhu - Chitarra - growl
Mikko Uusima – Basso

Facebook
Twitter