martedì 14 aprile 2015

ZODIAC - Road Tapes Vol. 1

"Road Tapes Vol. 1"

Label: Napalm Records

Release: 17 Aprile

Tracklist:
01. Swinging On The Run

02. Free

03. Holding On

04. Cortez The Killer

05. A Bit Of Devil

06. Rock Bottom Blues
07. Diamond Shoes

08. A Penny And A Dead Horse

09. Moonshine

10. Coming Home


Si sa, è una legge universalmente nota: arrivati ad un certo punto della propria carriera, non importa quanto lunga essa sia, ecco che una band sente la necessità di celebrare il suo percorso di crescita attraverso un album che raccolga in sé un live show. E' un punto di passaggio, uno snodo dal quale pochi si sono sottratti.

Non l'hanno certo fatto i tedeschi Zodiac, una band dalle chiare e marcate sonorità Blues/rock/hardrock che con Road Tapes Vol. 1, in uscita per Napalm Records il 17 Aprile, hanno proprio voluto omaggiare i loro fan di un disco registrato durante uno dei loro live, offrendo così anche a chi non ha partecipato all'evento quella che può essere considerata una sorta di esperienza musicale dal vivo.

Il disco è piacevole e ripercorre i cavalli di battaglia che, fin dalla prima pubblicazione della band, li hanno resi noti e molto amati, tra i quali spiccano senza ombra di dubbi brani "A Bit of Devil" dove il basso, la chitarra e la batteria fanno da contraltare alla voce di Nick Van Delf, perfetto nella sua sonorità a metà strada tra il blues più viscerale ed il rock vecchia scuola, quello più vero ed emozionale. Notevole è anche "Rock Bottom Blues" che, nei suoi quasi dieci minuti, offre praticamente la sintesi perfetta di ciò che questa band sa fare, condendo il tutto con quelle note cupe e solenni di un organo che apre l'ascolto, forse spiazzandolo, ma allo stesso tempo completandolo. Grandioso, infine, l'assolo di chitarra in "Moonshine", di certo non il solo presente in queste dieci tracce, ma forse il più convincente e coinvolgente.

Road Tapes Vol. 1 è un buon prodotto, di quelli che un fan non può certo farsi scappare, ma è anche uno di quegli album che calzano a pennello per chi si vuole avvicinare ad una band senza saper bene da dove partire: in questo disco c'è un po' di tutto, ogni più piccola sfumatura per soddisfare qualsiasi ascoltatore, da quello che non può fare a meno di avere nella sua collezione l'ennesima pubblicazione della sua band preferita, a chi vuole ampliare i suoi orizzonti musicali lasciandosi trasportare perfino dagli applausi di chi era lì a godersi lo spettacolo dal vivo.

7/10
Dora 


Members:
Nick van Delft (Vocals / Guitar)
Stephan Gall (Guitar)
Ruben Claro (Bass)
Janosch Rathmer (Drums)

Zodiac Site
Facebook Page