mercoledì 13 maggio 2015

BLIND GUARDIAN Beyond the Red Mirror Tour 2015 Live Report

@Alcatraz Milano 5.5.2015
Blind Guardian
Orphaned Land special guest



Può capitare che un locale circoscritto da quattro, solide mura si possa incendiare come uno stadio gremito di persone, che si infuochi come un'arena quando il torero è in procinto di scagliare il suo ultimo, ferale colpo al toro che, però, non ha alcuna intenzione di arrendersi? Sì, può succedere e, quando capita, il locale esplode, lo fa letteralmente: si accende dell'energia di ogni singolo fan presente all'interno di quel locale, sembra quasi appropriarsi della linfa vitale e pulsante di tutti i presenti e cresce, continua ad alimentarsi, lo fa sempre di più, canzone dopo canzone, nota dopo nota e poi la libera tutta quanta, moltiplicandola, amplificando la sua potenza che diventa incontenibile, inarrestabile.

E' questo quello che è successo nella serata del 5 Maggio scorso all'Alcatraz di Milano quando, dopo anni di lunga attesa, i Blind Guardian sono finalmente tornati sul palcoscenico italiano per cantare le loro canzoni come solo loro sanno fare, moderni bardi della musica power metal capaci di incantare la folla con canzoni che hanno fatto la storia di questo genere.

Il "Beyond the Red Mirror Tour" ha visto la partecipazione della band israeliana Orphaned Land che ha portato una ventata di metal dal sapore orientaleggiante anche qui in terra italiana. Il carismatico cantante, presentatosi a piedi nudi sul palco, con la barba lunga e una tunica semplice addosso, ha suscitato non poca curiosità tra le file degli spettatori, ma lui per primo ha ironicamente tranquillizzato tutti di non essere alcuna mistica incarnazione e ha incantato la platea con la sua voce e la sua presenza scenica, che non ha avuto bisogno d'altro se non del suo gruppo per far muovere i presenti al ritmo di una musica venuta da lontano.

Il messaggio lanciato dagli Orphaned Land è più che chiaro: in un mondo dove tutto è diviso, lasciamo che sia la musica ad unire ogni cosa e sulle note di "Brother" un intento tanto potente non poteva certo che essere accolto se non con un'ovazione.

Abbandonato il Medio Oriente ci si prepara per la vera attrazione della serata. E che serata. Due ore e mezza di puro godimento musicale che fanno impazzire i fan di un Alcatraz ormai saturo e gremito fino all'orlo (lo show è andato sold out). Hansi Kürsch non fa in tempo a pronunciare la prima sillaba di "The Ninth Wave" che è già delirio, puro e semplice.

Tra giochi di luci, che illuminano una bella scenografia, una band in forma smagliante e dei fan praticamente parte integrante dello show che ha contato ben diciannove canzoni, di cui due acustiche (diciotto da scaletta, con l'aggiunta di "Majesty" richiestissima dal pubblico), i Bardi di Krefeld hanno regalato uno spettacolo travolgente e coinvolgente che ha spaziato tra le canzoni, puntando soprattutto sui cavalli di battaglia amatissimi dai fan, toccando picchi di pura perfezione sulle note di "The Bard's Song", cantata insieme a tutto il pubblico in un tripudio di mani levate al cielo e voci unite a quelle di Hansi.

In una serata che tutti avrebbero voluto non terminasse mai e che certamente i fan non dimenticheranno tanto presto, i Blind Guardian hanno saputo creare ancora una volta quella perfetta magia sulle note di canzoni stupende, destinate ad essere tramandate nel corso della storia proprio come nelle più antiche leggende di dame e cavalieri.

Alessia Braione (Dora)

Per il foto report completo QUI

Orphaned Land Tracklist
1. All Is One
2. The Simple Man
3. Barakah
4. Brother
5. El Meod Na'Ala
6. Sapari
7. In Thy Never Ending Way
8. Norra El Norra (Entering The Ark) + Ornaments Of Gold


Blind Guardian Tracklist

01. The Ninth Wave
02. Banish From Sanctuary
03. Nightfall
04. Fly
05. Tanelorn (Into The Void)
06. Prophecies
07. The Last Candle
08. Miracle Machine (acoustic)
09. Lord Of The Rings (acoustic)
10. Traveler In Time
11. Journey Through The Dark
12. Majesty
13. And The Story Ends

Encore 1
14. Into The Storm
15. Twilight Of The Gods
16. Valhalla

Encore 2
17. Wheel Of Time
18. The Bard’s Song – In The Forest
19. Mirror Mirror