mercoledì 20 maggio 2015

Crystal Ball - LifeRider Recensione

LifeRider

Release: 22 Maggio 2015

LabelMassacre Records


TRACK LIST
1. Mayday!
2. Eye To Eye
3. Paradise
4. Balls Of Steel
5. Hold Your Flag
6. Gods Of Rock
7. Take It All
8. Bleeding
9. Rock Of Life
10. Antidote
11. LifeRider
12. Memory Run
Digipak Bonus Tracks:
13. Sacred Heart
14. Sign Of The Southern Cross
15. Not Like You

A volte c'è bisogno di certezze! Di quei dischi che, in qualsiasi modo suonino, ti sappiano rimandare con assoluta sicurezza e senza ombra di dubbio ad una band, ad un genere, ad una sensazione. E' come la proverbiale comfort zone: non ti può succedere nulla se sei entro i suoi confortevoli, materni confini; sei protetto, coccolato e perfino la musica non ti può dare alcun dispiacere: tutto è perfetto, assolutamente giusto, niente può andare storto e tu sei felice e soddisfatto.

LifeRider degli svizzeri Crystal Ball, in uscita il 22 maggio per Massacre Records, è esattamente questo: un album che rientra nella zona di comfort, che suona proprio come dovrebbe suonare, con quelle sue grandi e belle chitarre, con le sue melodie vocali varie che rendono diverse e piacevoli ognuna delle dodici canzoni contenute nella versione standard del disco, con quel suo sound anni '80 molto evocativo che è la perfetta miscela tra heavy metal ed hard rock melodico e con quei suoi riff e la spessa sezione ritmica che non delude mai.

Le aspettative non vengono affatto deluse già a partire dalla opener "Mayday!", solo la prima di ottime tracce che proseguono con l'energica "Eye to Eye" accattivante duetto con Noora Louhimo, cantante della band finlandese Battle Beast, perfetta nel suo ruolo di controparte femminile; "Paradise" e "Balls of Stell" non fanno altro che riconfermare l'impressione di trovarsi in un album pregno di quell'atmosfera anni Ottanta che sembra essere il filo conduttore che lega indissolubilmente ognuno dei pezzi, rendendoli coerenti tra loro.

Non mancano pezzi più morbidi ed accorati come "Bleeding" e la magnifica "Memory Run" con Stefan Kaufmann (ex-Accept, ex-U.D.O.) alla chitarra acustica.

LifeRider è una conferma e una piacevole certezza, arricchita da tre pezzi che nella digipak fanno la loro discreta figura dopo i dodici che hanno saputo far scivolare il tempo senza fretta, portandolo indietro con discrezione e deferenza, omaggiando non solo quel genere in cui i Crystal Ball sono maestri, ma anche un periodo storico in cui la musica suonava esattamente come doveva suonare!

7.5/10
Dora



LINE-UP
Steven Mageney - Vocals
Scott Leach - Guitars
Markus Flury - Guitars
Cris Stone - Bass
Marcel Sardella - Drums