giovedì 28 maggio 2015

Wasted Puppets: "Puppet Show" recensione

Wasted Puppets- "Puppet Show"

Released on April 8, 2015

Label: Inverse Records

Tracklist:
1. My Sweetest Poison
2. Lousianna’s Son
3. Lovestruck
4. Just Disappear
5. Black Tar Medicine
6. Brothers
7. Your Mother Knew I was Bad News
8. Don’t Save Me
9. Outlaw Story



Che l’heavy metal, come genere musicale, vanti la più alta concentrazione di fan non è così sorprendente al giorno d’oggi, lo diventa se a riproporre il più classico del repertorio è una band di Rovaniemi che, a dispetto dei luoghi e delle tradizioni che dovrebbe rappresentare, ne incarna l’essenza.

“Puppets Show” uscito lo scorso 8 aprile per Inverse Records, è il primo full length della band finnica Puppets Wasted e abbraccia la più brillante carriera di artisti come Zeppelin, Hendrix e Whitesnake, il tutto confezionato in nove canzoni che mettono in bella mostra la profondità ed il talento dei lapponi. 

Convergendo l’intero album verso una musicalità più moderna, il concept viene assimilato con molta spontaneità e fluidità pur rimanendo a stretto contatto con le sonorità tipiche degli degli anni '70 e '80 dei già citati eroi con assoli di chitarra dalle sfumature blues, riff rockeggianti ed una voce sostenuta ed acuta che scaturisce nel tipico urlo liberatorio.

Diventa molto interessante come ogni membro ha fatto proprio un cliché consolidato nel tempo, personalizzando pezzo per pezzo senza sfarzo né forzature, ritardando così di un ventennio l’uscita di questi pupazzi con chiodo e camperos.

7/10
Michela

Members:
Anssi Tuomikoski – Lead vocals, harmonica;
Jani Klemetti – Guitars, backing vocals;
Samuli Visuri – Bass, backing vocals;
Mikko “Hyrski” Hyyryläinen – Drums, percussions, backing vocals


Facebook
YouTube
Soundcloud